Test ingresso 2017: dai buchi neri al circo, le domande più curiose dei questionari

manliogrossi
Di manliogrossi

Test ingresso 2017: dai buchi neri al circo, le domande più curiose dei questionari

Prima l’attesa e l’ansia per la data del test, ora per quella in cui verrà pubblicata la graduatoria. E’ un periodo tutt’altro che tranquillo quello che stanno attraversando migliaia di ragazzi, aspiranti medici, veterinari e architetti. Le prove d'accesso sono ormai un ricordo, abbastanza recente, e adesso tutti sono ‘imprigionati’ nell’attesa dei risultati. Impossibile però non ripensare a quelle domande che, nonostante l’agitazione del momento, hanno strappato qualche sorriso o reazione di stupore ai candidati. Skuola.net ha segnalato le più curiose.

Dai buchi neri al gioco delle coppie per il test Medicina


Non solo quesiti di biologia e chimica, gli aspiranti medici si sono dovuti confrontare anche con alcune domande di cultura generale. Proprio uno di quei quesiti ha generato non poca sorpresa nei candidati, a cui è stato chiesto chi avesse scritto il libro ‘Dal big bang ai buchi neri’: tra le opzioni, oltre all’autore Stephen Hawking, la scienziata Margherita Hack e il famoso conduttore di programmi scientifici Piero Angela. Anche la logica, però, ha riservato simpatiche ‘curiosità’ ai ragazzi, che ad esempio hanno dovuto ragionare su: Enrico e gli orari in cui dava da mangiare agli animali dello zoo mentre un altro quesito era molto simile al ‘gioco delle coppie’.

Dai proverbi ai compiti copiati per il test Veterinaria


Agli aspiranti veterinari non è andata certo meglio. Le loro capacità di ragionamento sono state messe a dura prova con un quesito che aveva come oggetto uno dei più famosi detti che recita “dietro ogni grande uomo c’è una grande donna”. I ragazzi dovevano capire quale, tra le opzioni proposte, era l’esatta negazione (per chi fosse curioso, la risposta esatta è ‘esiste almeno un grande uomo senza una grande donna dietro’). Ma hanno dovuto ragionare anche su chi, tra Cecilia, Laura e Federica, avesse copiato un compito, nonostante i pareri contrastanti delle tre.

L’inno dell’Europa e una battaglia in Egitto per il test architettura


Anche il test di architettura aveva dei quesiti un po’ particolari, certamente un po’ lontani da quello che si aspettavano i candidati. Gli aspiranti architetti non dimenticheranno facilmente la battaglia di El Alamein ne siamo certi. Proprio lei era al centro di un quesito, che chiedeva ai candidati contro quale esercito avessero combattuto le truppe britanniche (era quello italo-tedesche). Ma, soprattutto, potranno vantarsi di sapere chi è il compositore del brano inno dell’Unione Europea (è Ludwig van Beethoven, autore del famoso 'inno alla gioia').


Commenti
Consigliato per te
Entrare a Medicina: il segreto di chi ce l'ha fatta
Skuola | TV
Prima volta: tutte le difficoltà che si possono incontrare

Ospite in studio una psicosessuologa che ci parlerà delle difficoltà che ragazzi e ragazze possono incontrare durante la loro prima volta.

22 novembre 2017 ore 16:30

Segui la diretta