Video appunto: Tema "Orgoglio e Pregiudizio" di Jane Austen

Tema "Orgoglio e Pregiudizio" di Jane Austen



Orgoglio e pregiudizio è un romanzo sentimentale scritto da Jane Austen agli inizi del 1800.

La storia inizia con Charles Bingle che decide di affittare una tenuta e di organizzare un ballo. A questo ballo viene inviata anche la famiglia Bennet composta dal Signor e dalla Signara Benett e loro cinque figlie (Jane , Elizabeth, Mary, Kitty e Lydia).


Il racconto è principalmente basato sulla storia d'amore che vi è tra Bingle e Jane, Darcy ( l'amico di Bingle) e Elizabeth e non solo. Tramite questo racconto Jane vuole anche narrare come venivano viste le donne ai quei tempi e tramite i personaggi racconta come le donne si approcciavano all'interno della società. Il matrimonio ai tempi era basato soprattutto sul patrimonio delle famiglie, capitava molto spesso che una donna non potesse sposarsi solo perché la sua famiglia era di basso ceto (anche viceversa). Jane tratta anche il tema della solitudine, con l'unione tra il Sig. Collins e la Signora Lucas possiamo appunto vedere come molto spesso le persone si sposavano perché sentivano un senso di solitudine. Per loro non sposarsi significava non concludere nulla nella vita, essere presi di mira, rimanere soli e isolati dalla società.

Quest'opera è del tutto rivoluzionaria e fra gli obbiettivi è quello di abbattere i pregiudizi e il tipo di mentalità patriarcale che vi era ai quei tempi. Jane vuole che il matrimonio sia l'unione di due persone che si amano e non un'unione nella quale c'è in gioco il patrimonio. Vuole fare in modo che le persone smettano di giudicare una persona in base al suo ceto e vuole che venga giudicato in base alla persona che è. Questo lo mette in evidenza tramite la storia d'amore tra Jene e Darcy.

Inizialmente Darcy definisce Elizabeth come una ragazza brutta e povera, si comporta in modo arrogante come se sapesse tutto di tutti ed è un uomo molto orgoglioso. Elizabeth invece lo descrive come esso si è sempre comportato nei suoi confronti e per capire al meglio che tipo di personalità avesse Darcy si basa sui racconti che le vengono raccontati.
Entrambi troppo orgogliosi e pronti a giudicare senza sapere nulla dell'altro.

Darcy però dentro di se sapeva che non era affatto così, il fatto che lei era così colta la rendeva una donna affascinante e intelligente. Era così talmente orgoglioso che non avrebbe mai e poi mai permesso ciò a se stesso. Mente Elizabeth era troppo impegnata a giudicare Darcy in base la sua apparenza che non si è nemmeno accorta i sentimenti che iniziò a provare per lui.

Erano così talmente offuscati dal pregiudizio e dall'orgoglio che non si resero nemmeno conto che dietro di sé stava crescendo un sentimento, quel tipo di sentimento che non poteva essere nascosto, che avrebbe cambiato per sempre i loro cuori e che forse li avrebbero resi felici. Sto parlando dell'amore per chi non avesse intuito.

L'autrice si concentra molto nella psicologia dei personaggi soprattutto di Darcy e Elizabeth: il modo di pensare, di ragionare e l'approccio che hanno con la società.
Darcy e Elizabeth nel corso della storia iniziano vedere e pensare cose che prima non avrebbero mai osato fare.

In conclusione Jane vuole fare capire ai lettori come all'interno di un matrimonio sia importate che ci sia amore. Per lei l'amore non si misura in base al patrimonio e fa capire che è sbagliato guidare le persone in base l'apparenza. Ogni tanto bisogna mettere l'orgoglio da parte. Bisogna staccarsi dai ideali che la società ci impone perché non sempre sono giusti.

Consiglio questo romanzo ai amanti dei classici e non solo. Questo libro vi cambierà letteralmente la vita e vi farà vedere diversi punti di vista. È un romanzo del tutto rivoluzionario, simbolo del femminismo. Mette in evidenza la forza delle donne di andare contro il patriarcato e come dei semplici gesti possano cambiare l'intera società.