Il mio alieno? Un mostriciattolo verde


Chissà perché quando penso a un alieno mi viene in mente un mostriciattolo tenero di colore verde acido, con due occhi dolci e grandi che gli coprono la metà del viso a uovo. Una creatura mistica che assomiglia a un peluche ,in stile hippy , pacifico e molto dolce, che conforta con il suo sguardo intenso e luminoso.
Non lo immagino come una macchina da guerra, ma come una creatura dolce e tenera che con un solo tocco sa farci sentire fieri e felici di ciò che siamo.
Un essere fragile, inerme, che l'unica arma che ha per difendersi dalle persone è proprio la sua estrema dolcezza,la quale penetra nel cuore della gente.
Un cucciolo fedele, nessuno nasce per fare del male e il mio alieno lo immagino morbido e spensierato.

Si tratta di un alieno quindi docile, dall'aspetto amichevole con cui immagino quindi di stringere un'amicizia, anche se parliamo due lingue completamente differenti. Si tratta quindi di un essere, una forma di vita molto innocua che non farebbe del male proprio a nessuno. Nella mia fantasia così quindi immagino un alieno, non come talvolta lo si descrive, quasi visto come una minaccia verso l'uomo.

Hai bisogno di aiuto in Temi di Italiano Svolti?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove