Tutor 38225 punti

ricerca sul femminicidio

Il femminicidio

I femminicidi sono gesti estremi di violenza causati da una realtà di abusi, di violenza e di oppressione a danno delle donne. In Italia questo fenomeno è molto diffuso, infatti ogni tre giorni una donna viene uccisa da un marito, da un fidanzato, o ex-fidanzato. Questa forma di violenza è la causa principale della morte di donne tra i 14 e i 45 anni e la percentuale più alta si registra al nord. A uccidere sono prevalentemente i compagni attuali, infatti gli ex-fidanzati hanno commesso solo il 6 per cento del totale degli omicidi. Le vittime sono prevalentemente donne straniere. Rispetto agli anni scorsi la loro situazione è migliorata anche se per loro il rischio di essere vittime di femminicidio è ancora il doppio rispetto a quello delle donne italiane. Nella maggior parte dei casi il motivo che spinge l’uomo a spingersi così oltre è il non considerare le donne come individui indipendenti e con il diritto di autodeterminarsi, ma come cosa propria. L’aumento dei casi di violenza viene spesso attribuito al mutamento della figura della donna , che sta avvenendo in questi ultimi anni, verso l’emancipazione e la libertà e viene quindi vissuta dagli uomini come una minaccia alla propria virilità o al proprio predominio sulla donna. Per prevenire la violenza di genere,proteggere le vittime e punire severamente i colpevoli recentemente è stato approvato il decreto legge contro il femminicidio.Le nuove norme contro il femminicidio si basano sopratutto sull’inasprimento delle pene e delle misure cautelari inoltre è stato introdotto l’arresto in flagranza obbligatorio per i reati di maltrattamenti in famiglia e stalking.

A cura di Miriam.

Hai bisogno di aiuto in Temi di Italiano Svolti?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Metti mi piace per copiare
Sono già fan
oppure registrati
Consigliato per te
Maturità 2018: come si fa il saggio breve? La guida completa