Ominide 13 punti

L'amore, dai trovatori agli SMS

Nel Medioevo l’amore era un sentimento fondato sulla sublimazione della donna, come un impulso in grado di esaltare tutte le migliori qualità spirituali di una persona.
L’amore cantato dai trovatori era, a volte, frutto della lealtà verso il signore oppure amore vero verso la donna. Il trovatore cantava alla dama il suo desiderio e si mostrava a lei come vassallo al suo servizio.
Molte volte quest’amore era a senso unico, ma se la donna sposata fosse stata consenziente, il sentimento sarebbe potuto sfociare nell’amore adultero.
Quest’amore fu definito da Dante Alighieri blasfemo e bruto; il sommo poeta, principale esponente del Dolce Stil Novo, decantava l’amore come un movimento spirituale che vedeva la donna come creatura angelicata, filo conduttore con Dio.
La visione della Donna Angelo, ricorrente nelle opere dei poeti stilnovisti, serviva ad avvicinare l’uomo all’Altissimo con un amore spirituale e non lussurioso, come accadeva nei secoli precedenti.
Il chierico Andrea Cappellano, autore del De Amore, spiega come l’uomo, una volta vista la donna dei suoi sogni, se ne innamori e di come ciò porti l’amante a non sentirsi mai all’altezza della donna amata e di come ciò sfoci nell’amore solo.
Alcuni storici spiegano come l’amore sia un desiderio scoperto per induzione che porta all’insensato e doloroso bisogno di possedere l’oggetto dei propri sogni.

Oggi giorno l’amore è mercificato e spogliato della sua spiritualità, l’amore romantico è quasi del tutto scomparso perché l’uomo non evidenzia più il suo romanticismo per paura di divenire vulnerabile.
Questo tipo di amore è violento e meschino, quando la donna rifiuta il corteggiamento, l’amante siinfuria e tutto diventa solo una questione di possesso.
L’amore dovrebbe essere il contrario della morte. Dovrebbe essere la ragione più importante che ci lega a questo mondo. In fondo, cos’altro abbiamo? Il calcio? Le scarpe?
In conclusione, l’amore è complicato. Spesso è accompagnato da altri elementi, come il possesso, la disperazione, la lussuria e la morte.

Hai bisogno di aiuto in Temi di Italiano Svolti?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email