Ominide 193 punti

I ragazzi e la politica

Spesso al termine delle superiori i ragazzi, quando devono scegliere verso quale indirizzo incamminarsi, valutano molte opzioni: medico, giornalista, veterinario, ma non optano mai per entrare in politica. Infatti, se accendiamo la televisione e osserviamo un dibattito politico, notiamo che ci sono specialmente uomini e donne di mezza età, ma nessun giovane, a cosa è dovuto questo? Fin da quando siamo bambini siamo abituati a considerare la politica un fenomeno estraneo che per certi versi non ci riguarda da vicino, affidato a terze persone, alle quali non ci verrebbe mai in mente di assomigliare, perché considerate corrotte, "cattive", alle quali non interessa il bene comune, ma il proprio. Quindi per evitare tutto ciò, riteniamo preferibile, perché più facile, parlare di questioni politiche con gli amici, discuterne e confrontarci, piuttosto che prendere parte ad un partito politico, esporsi e, se poi si va al governo, avere sulle spalle un Paese intero. Che sia per pigrizia o per viltà, è difficile che i giovani partano con l’idea di esercitare la professione del politico: è molto meglio, perché più comodo, essere governati da altre persone, evitare di prendere decisioni importanti e determinanti, che riguardano anche altre persone; è più facile astenersi da scelte fondamentali che non hanno risvolti solo sul nostro, ma soprattutto sul futuro di milioni di persone.

Ciò non succede però per altri ambiti che attirano molto più la curiosità dei giovani, quali l’ambiente, la cultura, l’istruzione: questioni anch’esse importanti, che probabilmente interessano più da vicino i giovani, perché fanno parte della loro vita quotidiana e li riguardano di più. Questi ambiti rispetto alla politica stanno più a cuore dei giovani, perché si preoccupano del loro futuro, delle generazioni a venire, vogliono garantire loro il diritto all’istruzione e tutelare l’ambiente in cui vivono. Nonostante queste cause siano nobili e giuste non bisogna perdere di vista l’impegno politico, perché anche questo ci riguarda e anche se non ce ne rendiamo conto, la nostra vita è condizionata dalle scelte politiche del nostro paese, perché, facendo parte del sistema, ne siamo soggetti. Quindi, malgrado ci siano ambizioni più interessanti e sia comodo lasciare ad altri le questioni politiche del nostro Paese, sarebbe bene preoccuparsi del nostro futuro anche sotto l’aspetto politico, almeno per mantenere un certo livello di democrazia ed evitare di giungere ad una forma di governo oligarchico, una realtà che in effetti è presente nel nostro paese da tempo.

Hai bisogno di aiuto in Saggi brevi?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email