La questione femminile oggi


Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.” Così dice l'articolo 3 della Costituzione Italiana. Ma è davvero così?
Durante il corso dei secoli il ruolo della donna è stato completamente subordinato al privilegio maschile,anche quando ci sono state delle figure “eroiche” femminili che per la loro forte personalità hanno saputo imporsi come protagoniste. Ma dal 1946 quando le donne ottennero il diritto al voto,il movimento femminile si è mosso autonomamente fino all’emancipazione della donna e al pieno riconoscimento della parità dei diritti e delle pari opportunità tra uomo e donna.Purtroppo però nel mondo non tutte le donne hanno ancora ottenuto questa indipendenza e questi diritti:come nei Paesi del terzo mondo dove la mancanza di un’adeguata istruzione è la causa di matrimoni precoci ai quali le bambine vengono costrette,e la mancanza di potere decisionale anche nelle decisioni/scelte familiari porta la donna ad essere sminuita e costretta ad ubbidire.
Questa discriminazione accade tuttora anche nei Paesi sviluppati,in forma minore. Ad esempio nel campo del lavoro,dove molte donne che lavorano come gli uomini,ricevono salari inferiori. Oppure la considerazione di esse come oggetti sessuali o come mezzi per stimolare i consumi.Quello che spaventa davvero, è che a molte donne va bene così,nonostante le numerose battaglie affrontate.A prescindere dalle capacità o dalle volontà, ancora sono molti i passi da gigante che occorrono fare per arrivare ad una più completa parità di genere. Il vero problema è quindi quello di liberare la società da antichi stereotipi riguardanti i ruoli femminili e maschili. Questo perché ancora oggi, nel 2018, sono molte coloro che combattono contro mariti violenti, situazioni sessiste al lavoro e discriminazione. Ancora oggi,la donna,deve guadagnarsi il suo posto effettivo nel mondo. La lotta per la normalità, perché di questo si tratta in fondo, ancora non è finita.
Hai bisogno di aiuto in Saggi brevi?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email