Genius 24859 punti

Vienna - toria, cultura e turismo


Vienna affonda le sue radici in tempi molto antichi: il suo nome deriva da “Vindobona” la cui origine è celtica. Al tempo dei Romani, la città era un accampamento fortificato con l’obiettivo di difendere le frontiere del vasto impero che seguivano per un buon tratto il corso del Danubio. In seguito, essa fu annientata dalle popolazioni barbare che, a ondate successive, invasero l’Occidente provenienti dalle vaste distese desertiche dell’Asia, fino a quando Carlo Magno non ne fece la capitale della Marca Orientale.
Nel 1156, l’imperatore Federico Barbarossa, concesse alla famiglia dei Badenberg una grande autonomia e in seguito a ciò la marca venne elevata al grado di ducato, di cui Vienna fu indicata come capitale. Nel 1276, con l’ascensione degli Asburgo, Vienna fu elevata al rango di città imperiale ed è a partire da questo momento che iniziò la politica di assorbimento delle diverse nazionalità adiacenti. Per più di sei secoli Vienna a conosciuto, pertanto, un grande splendore. Ai giorni nostri, la Vienna repubblicana è riuscita a superare i colpi che le sono stati inferti dalle due guerre mondiali. Essa è stata definita come “una città ancora alla ricerca del suo avvenire”, ridotta come fu ad essere la grande capitale di un piccolo stato. Con il trattato del 1955, l’Austria ha ritrovato la sua autonomia, la sua stabilità politica ed economica e Vienna si è liberata del suo grande peso dell’eredità passata per proiettarsi verso il futuro. Grazie alla sua particolare posizione geografica, Vienna si è trovata spesso in posizioni opposte, come punto di incontro e di fusione fra due mondi. Nell’antichità essa ha rappresentato un notevole centro di scambi fra Oriente e Occidente, ai tempi degli Asburgo, Vienna ha riunito popoli e culture diverse e nel 1529 e nel 1683, quando l’esercito turco è arrivato sotto le sue mura, senza riuscire a conquistarla, Vienna ha costituito il punto di forza ed il baluardo dell’Europa cristiana.

Questa singolare fusione tra civiltà germanica, latina e slava a cui si sono aggiunti elementi della cultura orientale, hanno inciso molto sulla sua cultura e sulla sua lingua. Vienna è la città in cui fiorì il Barocco di cui sono testimonianza i numerosi palazzi nobiliari, le eleganti abitazioni della borghesia, le chiese, le cappelle. Contemporaneamente si diffuse a Vienna un’attenzione particolare per il campo musicale. Infatti, a Vienna hanno vissuto e lavorato grandi maestri della musica europea come Haydn, Mozart, Beethoven e Schubert senza contare che nel XIX secolo essa divenne la patria del valzer. Vienna partecipa anche al progresso realizzato in ambito scientifico, tecnico e della medicina. Infatti essa è la città in cui Freud ha fondato la psicanalisi moderna ed è sede di un’università in cui si sono formati numerosi premi Nobel.
Fra le attrattive turistiche che ci rimandano al prestigio passato dobbiamo ricordare lo Stephansdom (= Cattedrale di Santo Stefano), la Hofburg (= palazzo reale degli Asburgo), il Kunsthistorisches Museum (= Museo delle Belle Arti), il Belvedère, il castello di Schönbrunn ed infine il famoso Ring (= anello) che corre lungo tutto intorno alla città, lungo il quale sorgono edifici monumentali.
Hai bisogno di aiuto in Tecnico Turistico?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email