Ominide 548 punti

Il Radon


Il radon è un materiale presente nella tavola periodica degli elementi (quella chimica), è inodore ed è incolore, è prodotto dal decadimento dell’Uranio ed è presente in tutta la crosta terrestre.
I prodotti del suo decadimento si attaccano alle molecole dell’aria che noi poi respiriamo;
I prodotti si fissano nel nostro apparato respiratorio e provocano tumori;
I posti più colpiti sono quelli in cui si hanno spazi chiusi. Il gas passa dal suolo fino ad arrivare all’interno della nostra casa. Nelle cantine ad esempio è il posto più colpito per via della vicinanza con il suolo e per le variazioni “notte – giorno” ed “estate – inverno”. L’unità di misura del Radon è il “Bequerel”.
Per misurare la quantità di Radon nella stanza abbiamo due metodi: con i misuratori attivi, ovvero quelli che sono attivati dall’energia elettrica (corrente), oppure con i misuratori passivi, i quali hanno dentro alcune sostanze che assorbono il Radon (dosimetri). Come possiamo ridurlo? Ad esempio il metodo più semplice è quello di far arieggiare il più possibile le stanze; sigillare le vie di ingresso e le finestre; aspirare spesso il pavimento e per finire aspirare l’aria dal sottosuolo con un pozzetto o con dei tubi di drenaggio.
I danni tardivi sono difficili da comprendere al pubblico e quindi particolarmente inquietanti: sono danni gravi, spesso mortali, e di natura probabilistica.

Hai bisogno di aiuto in Tecnica delle costruzioni?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email