Elo1218 di Elo1218
Ominide 3668 punti

Materiali lapidei


Tra i materiali lapidei troviamo le rocce, che sono degli aggregati naturali di minerali.
In base alla loro genesi, le rocce si distinguono in tre grandi categorie:
• Le rocce magmatiche, o ignee: sono quelle rocce che sono ottenute dal raffreddamento del magma, ad esempio: l’ossidiana, il granito, il basalto, il porfido o la pomice;
• Le rocce sedimentarie: sono le rocce che vengono generate per sedimentazione di detriti inorganici, organici e sali minerali, come per esempio: il tufo, il travertino, il calcare, o anche i conglomerati;
• Le rocce metamorfiche: sono delle rocce magmatiche o sedimentarie che, per effetto di pressione e di temperatura, subiscono delle trasformazioni chimiche e fisiche che ne alterano la composizione mineralogica, come per esempio: il marmo, l’ardesia, lo gneiss, o il serpentino.


In particolare:
• Il marmo comprende: le rocce metamorfiche, cristalline, e quelle composte da carbonato di calcio, comprende anche le rocce sedimentarie che si possono lucidare. Il marmo è un materiale lapideo poco poroso e poco assorbente e non resiste agli acidi.
• I graniti sono delle rocce silicee con i cristalli visibili; sono rocce ignee e resistano agli attacchi degli acidi. Il granito è un materiale poco poroso e poco assorbente.
• Le pietre comprendono tutti i materiali naturali non lucidabili. Le pietre possono essere: carbonatiche non resistono agli attacchi degli acidi e sono poco resistenti all'abrasione; e pietre silicee, come arenarie e quarziti, e sono resistenti agli attacchi degli acidi e all'abrasione.
Hai bisogno di aiuto in Tecnica delle costruzioni?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email