MiK194 di MiK194
Habilis 2838 punti

LOCALI PER SPETTACOLI

I locali per lo spettacolo sono sostanzialmente quei locali, in cui il pubblico si intrattiene per scopi ricreativi e non solo. Oggi si possono distinguere i seguenti locali per l’intrattenimento del pubblico:
- teatri: locali destinati a spettacoli caratterizzati dalla scena;
- cinematografi: locali destinati esclusivamente a proiezioni cinematografiche;
- cinema-teatri: locali destinati a proiezione e ad avanspettacoli su palcoscenico con limitate attrezzature o addirittura semplice pedana;
- auditorium: locali destinati a manifestazioni musicali;
- locali d’intrattenimento: locali destinati in particolar modo a concerti, conferenze, danze e mostre;
- circhi equestri;
- serragli: locali destinati all’esposizione di gabbie con animali;
- stadi, sferisteri, campi sportivi e per spettacoli all’aperto.

Oggi il teatro e il cinema sono attività culturali e ricreative che risentono fortemente della concorrenza della televisione. In Italia si sono dovuti chiudere migliaia di cinema, non solo per il non utilizzo, ma anche a causa delle nuove norme di sicurezza che comportano un nuovo adattamento alle disposizioni di sicurezza con conseguenti spese, spesso troppo onerose.

I teatri e i cinema di nuova costruzione sono progettati in modo da differenziarsi in modo positivo dalla televisione, creando e ideando effetti che una semplice televisione potrebbe non essere in grado di sviluppare.
Nei teatri, infatti, si è fatto un tentativo più interessante: si cerca di accentuare il coinvolgimento dello spettatore con sale più piccole, creando un contatto tra scena e sala in modo tale da far sentire maggiormente la presenza fisica degli attori.
Lo stesso vale per i cinema; in questi casi però la tecnica è utile per creare sale accoppiate in modo da ridurre non solo i costi di gestione attraverso l’utilizzo di servizi comuni, ma anche la riduzione del personale.
Per i cinema e i teatri si deve garantire una corretta percezione dei suoni da parte degli spettatori. Nel cinema, poiché i suoni vengono emessi da sorgenti artificiali, si deve eliminare gli echi rivestendo l’ambiente con materiali che assorbono fortemente i suoni. Nei teatri invece questo problema si risolve componendo nel modo miglior superfici assorbenti e superfici riflettenti.

Hai bisogno di aiuto in Tecnica delle costruzioni?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email