Ominide 548 punti

Vari impianti - Sistema a irraggiamento


Impianti a soffitto:
Sono molto adatti per delle ristrutturazioni perché sono così piccoli i tubi (capillari) che possono essere nascosti e annegati nell’intonaco o in pareti di cartongesso. La massa radiante è dovuta ad un solo centimetro di intonaco, cartongesso o gesso fibra. Per lo stesso motivo si adatta alla climatizzazione estiva.
Impianti a parete:
Questo è l’impianto che produce più calore uniforme più di tutti (a parte se le pareti sono molto distanti, infatti non si utilizza questo metodo). Ha molti vincoli questo sistema, perché non possiamo appoggiarci dei mobili e neppure appendere dei quadri, perché rischieremmo di bucare i tubi in plastica all’interno del muro. Gli impianti ad aria sono i più utilizzati nelle industrie o nei capannoni (in zone molto arieggiate). Nelle zone residenziali sono per lo più utilizzati per la climatizzazione estiva, non invernale. I tubi di distribuzione possono essere metallici, in tessuto o in polietilene alimentare. In questa categoria entrano gli impianti a “espansione diretta”, cioè quelli da cui l’aria fuoriesce da uno "split" (come i nostri condizionatori).
Essi possono far fuoriuscire sia aria calda che aria fredda, a seconda delle necessità. Per l’aria calda sono poco utilizzati.

Hai bisogno di aiuto in Tecnica delle costruzioni?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email