Eliminato 643 punti

La fine della monarchia in Francia e le nuove tappe politiche : il “terrore nero”, il “terrore bianco”, il “Direttorio”
Una profonda trasformazione di tutte le istituzioni del Paese venne messa in opera nel 1879 dall'Assemblea Costituente, per realizzare una monarchia costituzionale, ma con la fuga del re nel 1791 il patto tacito tra la monarchia e il popolo era crollato; inoltre il re aveva voluto la guerra contro l’Austria, come antidoto antirivoluzionario; date queste premesse, una nuova insurrezione popolare avvenne il 10 agosto 1792, portando alla caduta del regime monarchico. Si apriva per la Francia una fase di trasformazione più radicale: dopo la caduta del re, una vasta coalizione di stati europei mise in crisi la resistenza della Francia, inoltre la grande sollevazione contadina della Vandea diveniva nello stesso tempo a un pericolo di guerra civile. In questo frangente, prese in mano la situazione Robespierre realizzando a Dittatura giacobina, che prese il nome di periodo del “terrore nero”. I cambiamenti più importanti avvenuti in questa fase furono: la laicizzazione del paese, infatti viene abolito il calendario tradizionale che portava il nome dei santi e vennero inseriti nomi relativi all'agricoltura luogo; venne aiutata la popolazione stilando un maximum dei prezzi ovvero un calmiere che stabiliva il massimo di prezzi per ciascun prodotto alimentare. Tuttavia il clima di sospetto che Robespierre instaurò spinse i termidoriani ad ucciderlo con lo stesso strumento che aveva utilizzato per i dissidenti moderati: la ghigliottina. Finisce così il periodo del terrore nero (luglio 1794-9 termidoro) e l'eliminazione dei giacobini significa l’inizio di un regime politico antidemocratico chiamato “terrore bianco” (1795): la nuova costituzione entrata in vigore nell'estate del 1995, risultò infatti ancora più censitaria di quella del 1791 sì scatenò un nuovo terrorismo anti-giacobino.

Fu il Direttorio (1795-1799) che scorgeva il potere esecutivo in Francia a prendere la redini della situazione, ritenendo che la politica di espansione potesse unificare il paese, spiccò in particolar modo con il generale Bonaparte poté così condurre una vittoriosa campagna in Italia, realizzando quattro Repubbliche satelliti in Italia: Cisalpina, Ligure, Romana e Partenopea.
L’instabilità della situazione creata nel 1795 fu presto evidente: si dimostrò come la Francia non riuscisse a liberarsi del giacobinismo senza il rischio di vedere il ritorno della monarchia; nel 1799 un colpo di stato compiuto dal generale Bonaparte con l'appoggio dell'opinione pubblica moderata cancello la costituzione termidoriana dopo poco più di 4 anni di vita.

Hai bisogno di aiuto in Storia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità