pexolo di pexolo
Ominide 10532 punti

La mutazione signorile


Un vero e proprio fenomeno che potremmo chiamare di “mutazione signorile” cominciò a prodursi nei decenni centrali del secolo XIV. I segni di tale mutazione furono molteplici:

1. si allenta il rapporto fra signore e comunità cittadina, un allontanamento anche propriamente fisico.
2. si accentuano i processi di legittimazione “dall’alto” e dinastizzazione.
3. sono creati: organi ristretti, cancellerie, nuovi archivi.
4. sono svuotate le istituzioni comunali ed eliminate alcune magistrature; ma alcune istituzioni particolarmente importanti, come i consigli, non vengono eliminate: possono essere eliminate magistrature come quella del capitano del Popolo, mentre rimane più a lungo quella del podestà, ma le istituzioni che hanno maggiore valore simbolico non vengono eliminate, ma certamente stravolte. Si formano delle vere e proprie corti, le corti signorili, che sono del tutto nuove rispetto all’epoca precedente: i comuni non hanno corti, perché c’è un’alternanza al governo: c’è un’élite urbana, ma il concetto di corte è del tutto assente all’epoca comunale.

5. si crea un processo di legittimazione “dal basso”/consenso, che è molto importante per il signore: in molti casi, quando questo consenso viene meno il signore fa una brutta fine. All’interno di questo processo possiamo considerare le committenze artistiche, opere di tipo culturale, letterario (più o meno encomiastiche), architettoniche, etc.

Parallelamente, però, si crea un filone di riflessione politica che si orienta contro quella che viene definita “tirannide”, cioè contro le forme di potere di tipo personale. Questi processi determinano, secondo Zorzi, una vera e propria frattura che porta alla profonda trasformazione della signoria, verificatasi a metà Trecento.

Bibliografia

Le signorie cittadine in Italia, Zorzi

Hai bisogno di aiuto in Storia Medievale?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove