pexolo di pexolo
Ominide 10532 punti

Disciplinati


Secondo Maire Vigueur, dagli Ordinamenta Populi e dal movimento dei Disciplinati emerge l’uomo popolare, cioè il modo di vivere del populus. Secondo lo studioso, questo movimento si diffonde in tutte le città in cui ci sono governi popolari, mentre trova ostilità nelle città fedeli all’imperatore; in realtà, questo movimento si diffonde talmente tanto che non è collegabile a dei particolari regimi politici: arriva infatti a diffondersi molto presto in Austria, in Boemia e in buona parte dell’Europa; perciò, il rapporto fra potere politico e movimento si sgancia abbastanza presto, oltre al fatto che non ci sono studi che stabiliscono un’ostilità delle città imperiali con il movimento. I Disciplinati sono coloro che usano la flagellazione come strumento di penitenza e di espiazione dei peccati (individuali e collettivi). La flagellazione come metodo di penitenza non era utilizzata, neanche all’interno delle confraternite. L’ideatore del movimento, figura storicamente esistita, è fra Raniero Fasani: su di lui abbiamo informazioni dall’inizio del Trecento in ambito bolognese. Se Maire Vigueur collega anche troppo strettamente il movimento ai regimi popolari è perché esso nasce in questo momento specifico (1260) a Perugia, a suo avviso come forma di pacificazione che va di pari passo con gli Ordinamenta Populi. Infatti, negli Annales S. Iustinae Patavini si legge che: «Il timore di Dio li assalì a tal punto che, insieme, nobili e popolari, vecchi e giovani, bambini anche di cinque anni, nudi per le piazze delle città, con solo le parti intime coperte, abbandonata ogni vergogna, due a due incedevano in processione, tenendo ognuno in mano una frusta composta da strisce di cuoio, e con pianti e lamenti si fustigavano duramente sulle spalle fino all’effusione del sangue». È probabile che un qualche influsso sull’origine di questo movimento lo abbia avuto il mondo avellanita (Monastero di Fonte Avellana) e in particolare le teorizzazioni di Pier Damiani, che ha riflettuto più volte sulla fustigazione come imitatio Christi: per imitare fisicamente la sofferenza di Cristo e scegliere la via della sofferenza, esattamente come l’aveva scelta Cristo, per redimere i peccati dell’uomo.

Bibliografia:

Progetti di trasformazione della società nei regimi di Popolo, Jean-Claude Marie Vigueur

Hai bisogno di aiuto in Storia Medievale?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove