Ominide 724 punti

Le classi sociali nel mondo feudale

Nel mondo feudale si distinguono due grandi categorie di persone: gli uomini liberi e i servi. Gli uomini liberi potevano essere di varia condizione: artigiani, contadini, vassalli di vario grado, clero. Il clero si distingueva in basso clero, costituito dai parroci di campagna e i vescovi dei grandi monasteri. I parroci non erano istruiti e spesso non rispettavano la regola del celibato, mentre i vescovi erano considerati dei veri e propri signori feudali per le ricche donazioni che ricevevano sotto forma di beneficio. I vescovi ricevevano l'investitura da parte del sovrano durante una cerimonia religiosa, questo stava ad indicare la subordinazione della Chiesa rispetto all'Impero. La loro condizione, per quanto riguarda i servi, era ereditaria ed il loro legame con la terra era strettissimo, al punto che essi venivano venduti insieme alla terra o alla fattoria.
Una classe a parte era costituita dai cavalieri, figli cadetti dei nobili feudatari. Inizialmente i feudi non erano ereditari, ma successivamente con la costitutio dei feudis nel 1037 che fu sancita l'eridatarietà dei feudi anche minori. Fu così che i feudi venivano concessi dal padre al figlio maggiore, mentre gli altri figli, i cadetti, intraprendevano la carriera di cavalieri. I cadetti iniziavano la loro carriera come paggio, successivamente a quattordici anni diventavano scudiero, fino a che con una solenne cerimonia religiosa si diventava cavalieri. Bisogna riconoscere alla cavalleria un fine umanitario, volto alla difesa degli umili, delle donne e degli oppressi, a difesa della fede cristiana. Ii vescovi e il clero in generale ricoprivano posizioni di grande importanza all'interno del sistema feudale. Di conseguenza si verificò una corsa alle cariche ecclesiastiche, non per il loro valore religioso, ma per il potere economico che ne derivava. Infatti si diffuse a partire da quel periodo la pratica della simonia (acquisto di cariche religiose) e del concubinato (convivenza con una donna al di fuori del matrimonio). Questa situazione di degrado generale del clero non fece nascere l'esigenza di una riforma religiosa.

Hai bisogno di aiuto in Storia Medievale?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email