Ominide 6604 punti

Basso Medioevo - Nuovo paesaggio urbano

I grandi cambiamenti demografici, economici, sociali e politici determinarono anche una trasformazione del paesaggio urbano. L'aumento della popolazione impose la costruzione di nuove cinta murarie che comprendessero anche i villaggi sorti attorno alle vecchie mura. Inoltre le attività mercantili e finanziari richiedevano nuove sedi, le strade delle città si riempirono di botteghe e di eleganti palazzi in cui risiedevano i nuovi ricchi. Anche le nuove istituzioni politiche del Comune esigevano un proprio spazio dove le autorità cittadine potessero esercitare il loro potere. Sorse così il palazzo del Comune, generalmente su una piazza in cui il popolo poteva radunarsi nei momenti importanti. Il potere religioso era invece rappresentato nel paesaggio urbano dalle immense cattedrali. Venivano fatte innalzare dai vescovi nelle città in cui risiedevano e prendevano il nome proprio dal fatto che ospitavano la "cattedra", cioè il seggio vescovile. In età comunale si moltiplicarono i cantieri e, in una gara per il primato, si costruirono cattedrali sempre più grandi e sempre più alte, a significare un continuo avvicinamento al Cielo e a Dio. Eseguita in stile romanico o gotico, rifinita con marmi e vetri colorati, la cattedrale testimoniava il prestigio e la ricchezza della città. Non era considerata sola la casa di Dio: la chiesa della città era il simbolo di appartenenza di tutta la comunità che aveva partecipato ai lavori di costruzione, chi col denaro, chi con giornate di lavoro, magari prestando la propria capacità artigianale.

La cattedrale sorgeva generalmente sulla piazza in cui si teneva anche il mercato, di fronte o vicino al Palazzo comunale, e come questo era in muratura per poter svolgere anche la funzione di luogo di riunione. Quella piazza, dunque, era il cuore della città medievale e della vita dei suoi abitanti: il luogo del potere polito, dell'ecnomia urbana e della fede.

Hai bisogno di aiuto in Storia Medievale?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email