Ominide 2993 punti

Scoperta di antichi regni

Per secoli si è erroneamente creduto che a sud del Sahara non si fosse sviluppata alcuna civiltà degna di considerazione.
Durante l’ottocento gli esploratori tendevano a descrivere l’Africa come una terra abitata da uomini rimasti ancora all’epoca della pietra.
Soltanto da qualche decennio la storia dell’Africa è stata presa maggiormente in considerazione e si è scoperto che già alcuni secoli prima dell’era cristiana vi erano regni e imperi civili con un’organizzazione sociale e prosperità economica.
Durante l’estensione dell’Impero romano sul Nord Africa e nella Valle del Nilo, nel Sahara si svolgevano traffici e commerci tra i vari popoli.
Più di 2000 anni fa tra il Sudan e l’Etiopia sorse un impero, quello di Axum, che aveva rapporti commerciali con l’Egitto, con il regno di Israele oltre che con le regioni arabiche.

Il porto più famoso dell’antichità era quello di Aduli: qui vi si esportavano l’avorio, l’oro, aromi vari e vi si importavano olio e vino.
Quando nel regno di Axum salì al trono una nuova dinastia, furono costruiti nuovi monumenti e obelischi.
Dopo aver raggiunto l’apice della sua potenza Axum iniziò a declinare.
Durante quello stesso periodo ci fu un’altra novità, ovvero l’introduzione del cristianesimo.
Il regno di Axum iniziò a diffondere la cultura del ferro nell’Africa orientale.

Hai bisogno di aiuto in Storia per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email