jobteo di jobteo
Ominide 36 punti

La Storia Del Giappone

Di fatto il territorio Giapponese fu dilaniato per secoli da lotte interne. Al posto dell’imperatore lo amministrava in realtà lo shogun, una sorta di governatore militare che aveva anche il ruolo di guida spirituale. La potente casta dei samurai, guerrieri al servizio di un signore feudale, godeva di grande prestigio; essi dedicavano la propria vita alle armi nel rispetto di una rigida disciplina e di un codice ispirato ai valori di onore e lealtà. A partire dal Seicento, per impedire che gli occidentali assumessero nel paese potere e influenza, gli stranieri furono espulsi e il commercio con l’estero limitato alla sola base portuale di Nagasaki. Fu questo l’inizio di una politica di vero e proprio isolamento durato oltre due secoli. Nel 1853 una flotta americana impose con la forza l’apertura dei porti dell’arcipelago. I problemi che ne derivarono misero fine al potere dello shogun e alla sua restaurazione effettiva del ruolo dell’imperatore. In pochi anni questi riuscì ad avviare il paese sulla strada della modernizzazione, abolendo la servitù della gleba e il sistema feudale, facendo costruire le prime ferrovie e i primi impianti industriali, promuovendo l’alfabetizzazione e creando un esercito di leva che cancellò i privilegi dei samurai. Dall’ abolizione degli shogun il Giappone si dedicò molto all’ economia del paese. Nel settore primario l’agricoltura non riesce a soddisfare il fabbisogno nazionale, molto importante è la pesca, un’attività in cui il paese e tutt’ora al primo posto. L’industria giapponese è solidissima e concentrata nella megalopoli di Tokkaido. Il Giappone è al primo posto nella produzione automobilistica e cantieristica, ma da anni punta all’innovazione, alla ricerca, con grandi imprese nel campo dell’elettronica. I punti di forza del terziario sono la ricerca scientifica, le attività commerciali e finanziarie e quelle portuali. Nell’ultimo decennio, però, l’economia ha registrato alcune difficoltà dovute all’emergere di paesi concorrenti a livello mondiale e al fallimento di alcune importanti banche. Solo quarant’anni dopo ci fu una espansione coloniale molto vasta da parte dei giapponesi che conquistarono Taiwan, Corea, Manciuria, Cina e Asia sud-orientale. Nel 1925 il Giappone fu comandato da un regime militare che si alleò con la Germania nazista e con l’ Italia fascista e subito dopo attaccò la base militare americana di Pearl Harbor provocando così la risposta degli americani nella seconda guerra mondiale che prontamente sganciarono due bombe atomiche che colpirono le città di Hiroshima e Nagasaki nell’ agosto 1945 che distrussero completamente il Giappone e lo obbligarono ad arrendersi. Il dopoguerra fu terribile: il Giappone diede inizio alla rivalità tra i due paesi. L’ America occupò il Giappone militarmente fino al 1953¬.

Hai bisogno di aiuto in Storia per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email