Alessandro Magno e l'età ellenistica


La Macedonia si trova a nord della Grecia. Nel 359 a.C., in Macedonia, salì al trono Filippo II, sovrano con una fortissima personalità. Egli rafforzò l'esercito.
Nel frattempo le poleis della Grecia subivano una gravissima crisi, dopo la lunga guerra del Peloponneso, l'economia era entrata in difficoltà. Filippo II approfittò di questa situazione per estendere il suo dominio; sconfisse Atene e Tebe nella battaglia di Cheronea.
Il successore di Filippo II fu Alessandro, suo figlio, che venne poi definito Magno (Il Grande). Egli continuò il progetto di espansione del padre- Sconfisse i Persiani tra 334 a.C. e 333 a.C. in alcune città. Conquistò la Fenicia, poi passò in Egitto e fondò una città alla quale diede il suo nome: Alessandria. Nel 331 a.C. sconfisse definitivamente i Persiani. Successivamente raggiunse la valle dell'Indo. Così Alessandro si trovò a governare un grandissimo impero. Voleva unire in un unico popolo Greci e Persiani. Non poté però completare il suo obiettivo perché morì giovane nel 323 a.C. a causa di febbri malariche.
Quando Alessandro morì. il suo impero venne spartito in Stati indipendenti. Questa è l'epoca dei diadochi (successori).
Il regno più importante fu quello d'Egitto, governato da Tolomeo, i suoi discendenti furono i Tolomei.
In tutti i regni la lingua ufficiale era la koiné (lingua comune), il greco. Dalla morte di Alessandro alla conquista dei romani si parla di età ellenistica. Fu un'età di grande sviluppo economico e la cultura conobbe grandi progressi. Ad esempio vi furono grandi matematici come Euclide e Archimede. Gli Egiziani scoprirono il sistema nervoso, i vasi capillari e il cervello.
Il massimo fiorire della civiltà ellenistica si ebbe nel II secolo a.C.
Successivamente gli stati ellenistici entrarono in crisi e furono sottomessi da Roma. I Romani conquistarono militarmente la Grecia e i regni ellenistici.
Hai bisogno di aiuto in Storia per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email