lotmari di lotmari
Ominide 51 punti

Conseguenze della Seconda Guerra mondiale

La Germania ne uscì sconfitta, come anche la Francia e l’Inghilterra che non furono più capaci di mantenere le colonie.
I due soli Stati che poterono aspirare al ruolo di potenza mondiale erano gli stati Uniti e l’Urss.
Due Stati di ideologie opposte, ma entrambe due potenze multietniche e continentali.
Ciascuna portatrice della propria cultura e di un proprio messaggio, radicalmente opposti. Si giunse cosi a un sistema mondiale essenzialmente bipolare.
Sul piano morale conferì una nuova dimensione all’orrore, per la sua entità enorme di massacri e per la sua sconvolgente “qualità”. Bombardamenti, carestie, violazione regole umanitarie, si affiancarono a due verità nascoste del conflitto, una quella sul genocidio e l’altra sull’uso della bomba atomica.
Venne intrapresa un’opera di codificazione e di aggiornamento del diritto internazionale includendovi un vero e proprio settore “penale” applicato nel processo di Norimberga (45—46) e Tokyo (46-48).

Fu costituita l’Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU), creato nella Conferenza di San Francisco al posto della vecchia società delle nazioni. Ispirato alla Carta atlantica, lo statuto dell’onu prevedeva un’Assemblea generale degli stati membri e un consiglio di sicurezza che ha il potere decisionale. Il consiglio si componeva di 15 membri di cui 5 permanenti : Urss, Usa, Gran Bretagna, Cina e Francia.
Con gli accordi Bretton Woods del luglio 44 fu creato il Fondo monetario internazionale, con lo scopo di costituire un adeguato ammontare di riserve mondiali valutarie e assicurare stabilità tra i cambi di moneta.
Al fondo fu affiancata la Banca mondiale e un commercio “Gatt” che si basava sul abbassamento generale dei dazi doganali.

Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email