Le operazioni militari in Africa

L’impero mussoliniano era crollato. Nel febbraio del 1941 intervenne Rommel, che giunto al confine tra Libia ed Egitto fu frenato dagli inglesi, rinforzati da australiani, sudafricani, neozelandesi e indiani. Alla fine del 1941 gli inglesi riavevano la Cirenaica, italiani e tedeschi si attestarono in Tripolitania.
Spartizione dei Balcani Dopo il colpo di stato del 27 marzo a Belgrado, che portò al potere uno schieramento politico favorevole agli inglesi, Hitler mosse una guerra lampo il 30 marzo contro Jugoslavia e Grecia. La Jugoslavia, indebolita anche per altre conflittualità, il 17 aprile 1941 si arrese. L’esercito italiano era cresciuto di numero, non migliorato: giunse in Grecia, conquistata dai tedeschi. La Germania occupò Serbia, Macedonia centrale e orientale, isole dell’Egeo settentrionale e Creta. L’Italia ebbe Dalmazia, Grecia continentale, isole di Corfù, Zante, Cefalonia e la parte orientale di Creta. Il governo collaborazionista istituito in Grecia era controllato dalla Germania.

Germania e Unione Sovietica: Il 13 aprile 1941 Stalin stabilì un patto di non aggressione con il Giappone. Nello stesso anno Hitler decise di attaccare l’Unione Sovietica per poter poi affrontare Inghilterra e Stati Uniti, ma anche perché prevedeva che Stalin l’avrebbe attaccato. Nonostante il patto Molotov-Ribbentop del ’39 il 22 giugno 1941 partì l’ “operazione barbarossa”, costituite anche da finlandesi, ungheresi, romeni, francesi ed italiani (CSIR, che si trasformò in ARMIR). Gli obbiettivi erano Leningrado, Mosca e Ucraina.
Resistenza sovietica L’armata rossa era impreparata, perciò il 2 settembre è attaccata Leningrado, il 26 settembre è conquistata Kiev ed il 2 ottobre inizia l’attacco a Mosca. Inoltre i finlandesi rioccuparono la Carelia e si diressero verso Leningrado. La nomina di Zukov a capo dell’armata rossa diede la svolta: furono inserite truppe dalla Siberia e gli operari trasferirono le fabbriche al di là degli Urali. Inoltre giungeva l’inverno e le truppe tedesche erano equipaggiate per una guerra lampo. Giunti a Mosca, i tedeschi furono bloccati e la guerra non era più lampo.

Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email