L’ONU

Prima della fine della guerra, le grandi potenze avevano deciso di costituire un’organizzazione internazionale per la salvaguardia della pace nel mondo: ONU (Organizzazione delle Nazioni Unite) che sostituiva la Società delle Nazioni. Essa nacque alla Conferenza di San Francisco (aprile-giugno 1945) cui parteciparono 50 Paesi. A livello ideologico, si rifaceva ai 14 punti di Wilson e proponeva: il mantenimento della pace e della sicurezza, la garanzia dell’uguaglianza/indipendenza di tutti i popoli, la cooperazione tra gli Stati e la tutela dei diritti dell’uomo. Importante fu nell’ambito dell’Onu l’elaborazione di alcune norme di diritto internazionale (fondamentali nel Processo di Norimberga, 1945-6, e in quello di Tokyo, 1946-8).
Gli organi dell’Onu:
- assemblea generale adotta le sue deliberazioni, che non sono vincolanti, non all’unanimità ma a maggioranza;
- consiglio di Sicurezza: formato, come membri permanenti, dalle cinque potenze vincitrici (Usa, Urss, Francia, Inghilterra e Cina) e da 6 membri eletti a turno ogni due anni dall’Assemblea generale. Tale organo ha il compito di stabilire le decisioni definitive, che devono essere prese all’unanimità (diritto di veto), inerenti alla composizione delle controversie internazionali;

- organi sussidiari: Consiglio economico e sociale, la corte internazionale di giustizia dell’Aja, l’Unesco e la Fao.

Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email