Ominide 229 punti

I primi passi del movimento operaio

Nascita di un movimento operaio organizzato, in Italia, fu dato dal ritardo dello sviluppo industriale e dalla conseguente assenza di un proletariato di fabbrica moderno e consistente. Dei 3 milioni di abitanti che il censimento del 1871 indicava come addetti alle industrie, era costituita da lavoranti di botteghe artigiane. Fin dall'inizio degli anni 70 l'unica l’unica organizzazione operaia diffuse in tutto il paese fu quello della società di mutuo soccorso. Queste associazioni erano in parte controllate da mazziniani e in parte da esponenti moderati. Nel 1871, le società di ispirazione mazziniani erano più di 1000 ed erano concepite come strumenti di educazione del popolo più che come organismi di lotta, rifiutavano la lotta di classe e lo sciopero. Queste società che il movimento internazionalista cominciò a diffondersi persero terreno. Per parecchi anni iniziativa restò nelle mani degli internazionalisti di accentramento anarchico, seguaci di Bakunin, che aveva soggiornato in Italia tra il 1864 e il 1867. Molti insurrezionali guidati dagli internazionalisti si conclusero con l'arresto di molti militanti. Ciò permise agli internazionalisti di cogliere la sterilità del movimento insurrezionale supportato da una certa preparazione politica. Fu Andrea Costa a dare una prima svolta nel 1881 fondando il partito socialista rivoluzionario di Romagna, che comunque è rimasta una formazione a carattere regionale. Nel 1882 alcune associazioni operaie milanesi decisero di emanciparsi e di dare vita a una formazione politica autonoma ovvero al partito operaio Italiano. Esso ebbe una rigida impostazione classista, più federazione di associazioni operaie che vero e proprio partito. Fermissimi nel respingere ogni rapporto borghese, gli operisti stabilirono invece un contatto con i braccianti della bassa padana anche se la loro alleanza non poté svilupparsi per la dura repressione colpì le agitazioni rurali e per gli ostacoli opposti al partito operaio, che fu messo fuorilegge nel 1886.

Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email