Bannato 1124 punti

Età giolittiana: interventi socio-economici


I diversi interventi socio-economici attuati dai vari governi di inizio Novecento, soprattutto quelli guidati da Giolitti, possono essere riassunti in questo modo:
a) vengono sostenuti direttamente le industrie, specie quelle siderurgiche e quelle meccaniche, che continuano a ricevere commesse dallo Stato per il potenziamento di esercito e marina.

b) una nuova politica sociale introduce nuove norme di protezione e previdenza sociale per i lavoratori e riduce l'uso della forza pubblica per risolvere i conflitti di lavoro; l'aumento degli scioperi comporta un aumento delle retribuzioni dei lavoratori e l'aumento delle retribuzioni comporta un aumento della domanda dei beni di consumo.
c) questa dinamica è favorita anche da altri interventi (la nazionalizzazione delle ferrovie, la municipalizzazione dei servizi), che hanno come effetto la riduzione delle tariffe.

d) importanti interventi speciali offrono aiuti a volte decisivi alle economie agricole e industriali dell'Italia meridionale.
Così stando le cose, non sorprende che nel periodo che va dal 1899 al 1914 l'economia italiana nel suo complesso attraversi una stagione felice che è caratterizzata da un andamento estremamente positivo del principale indicatore economico, il prodotto interno lordo (PIL).

Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email