Il conflitto continuo tra Israele e Palestina


ISRAELE E PALESTINA

Dopo la Prima Guerra Mondiale, disgregandosi l’impero Ottomano, la Gran Bretagna ottiene la Giordania e la Palestina come protettorati, mentre la Francia ottiene i protettorati di Libano e Siria.
Alla fine del 1800 Teodor Herzl (ebreo e ungherese) fonda il movimento sionista con lo scopo di raccogliere fondi per far tornare gli ebrei più poveri nella terra promessa, in quanto dopo la diaspora il popolo ebraico si è disperso per il mondo. All’inizio ci sono state discussioni riguardo al luogo di insediamento, ma alla fine viene scelta Gerusalemme in Palestina. Qui gli ebrei acquistano terre dagli arabi, che all’inizio sono favorevoli perché le loro terre sono ben pagate, ma il numero di ebrei cresce e i primi scontri si verificano nel corso degli anni venti.
La situazione peggiora dopo la Seconda Guerra Mondiale e gli inglesi non sanno che posizione prendere perché durante la Grande Guerra (la prima) erano alleati degli arabi contro i turchi. Dopo la Seconda Guerra Mondiale la Nave Exodus, colma di ebrei non riuscì ad approdare in Palestina perché gli inglesi stabilirono un numero massimo di ebrei che poteva entrare nel territorio palestinese, quindi molti morirono.

Nel 1947 l’ONU cerca di risolvere la situazione con un piano di spartizione delle terre tra israeliani e palestinesi, lasciando Gerusalemme come città internazionale e sotto l’amministrazione dell’ONU. Questo non viene però accettato dagli arabi.
Il 14 maggio 1948 gli inglesi abbandonano il territorio e nasce lo stato di Israele, che viene subito attaccato dagli stati confinanti. Inizia la Guerra degli Otto Mesi, durante la quale all’inizio Israele sembra soccombere ma poi vince allargando i propri confini oltre quelli che sarebbero stati previsti dalla risoluzione dell’ONU.
Nel 1967 si svolge la Guerra dei Sei Giorni tra ebrei e stati confinanti, compresi i palestinesi. Con questa battaglia Israele conquista Gerusalemme Est e la Cisgiordania, le Alture del Golan che appartenevano alla Siria, la Penisola del Sinai e la Striscia di Gaza che appartenevano all’Egitto. Tutti questi territori vengono definiti Territori Occupati.
Nello stesso anno inizia la colonizzazione ebraica soprattutto in Cisgiordania e nella Striscia di Gaza, dove vengono mandati gli ebrei.
Nel 1973 si ha la Guerra del Kippur, perché i territori confinanti attaccano Israele, ma la situazione non cambia.
Nel 1977 si ha il trattato di Camp David con cui Israele restituisce all’Egitto la penisola del Sinai, mentre le Alture del Golan rimangono a Gerusalemme. Il trattato avviene con la protezione di Courtney. Nel 1988 si ha la prima Intifada, definita guerra delle pietre, una protesta da parte dei palestinesi e dei territori occupati contro la polizia ebraica in Cisgiordania e nella Striscia di Gaza.
Nel 1993 il primo ministro israeliano Rabin e il palestinese Arafat ricevono il premio Nobel per la pace, perché trovano un accordo decidendo che Cisgiordania, Striscia di Gaza e Gerusalemme Est vengano lasciate ai palestinesi per costruire lo Stato palestinese anche se i territori sono distanti tra loro. L’accordo viene stipulato a Oslo. I coloni israeliani non vogliono lasciare le terre.
Nel 2000 c’è la seconda Intifada che è molto più violenta della prima. Nel 2005 sale al potere dello Stato ebraico Sharòn, nemico di Arafat. Di destra e successore di Rabin, fa ritirare i concittadini israeliani nella Striscia di Gaza.
Nel 2009 in Cisgiordania viene eletto Abu Mazen, un moderato. Il suo mandato è scaduto nel 2009, ma è ancora in carica.
Nel 2006 durante le elezioni palestinesi, nella Striscia di Gaza vince il movimento Hamas, un gruppo estremista che nega l’esistenza dello Stato di Israele e che governa ancora oggi. Ci sono 5 milioni di palestinesi sparsi in tutto il mondo.
Oggi il muro che protegge Israele ha ormai circondato tutta la Cisgiordania e si è insediato anche al suo interno per proteggere le colonie ebraiche. La sua costruzione è stata decisa da Sharòn.

Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità