Il canale di Suez


1859-1869 Ferdinand - Marie Lesseps diplomatico francese realizza quest'opera.
Rivalutato il Mediterraneo, accesso al mar Rosso, via più breve dall'Europa all'Occidente indiano.
Il canale si Suez, richiamò l'attenzione verso l'Africa, rapidamente spartita tra le potenze europee.

Le strutture della società africana:
Scarsa penetrazione, non per la resistenza della popolazione locale, ma perché poco conveniente, per il clima e la natura inospitale.
La migliore risorsa erano gli schiavi, veniva consegnata sulla costa dove gli scali marittimi tenuti dagli indigeni stessi.
Non era in grado di contrastare l'arretratezza, dispersione in diversi nuclei tribali. Non c'erano strutture politiche, non Stati ma comunità rurali dominate da capi locali, cultori dei riti magici.
1833 Inghilterra proibito traffico degli schiavi: decade interesse per l'Africa

1841 Inghilterra proibito tratta degli schiavi
Da questo quadro è da escludere la parte dell'Africa che si affaccia sul mediterraneo
Culturalmente differente perché appartiene all'inizio alla civiltà mediterranea, poi a quella islamica. XIX secolo formale,note sotto l'impero turco.

Insediamenti europei in Africa
Settentrione sovrani locali sempre più indipendenti
Prima del 1869 sponde orientali in Madagascar francese, Mozambico portoghese.
Sponda meridionale colonia di origine olandese, boeri, ma ormai sotto l'Inghilterra.
Sponda occidentale Angola Portogallo, Nigeria inglese e Sierra Leone, Senegal francese.

Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email