1920-22: situazione nell'Impero ottomano e in Palestina


Nell'Impero ottomano un ex ufficiale, Mustafà Kemal (1881- 1938), nel 1919 organizza un movimento nazionalista turco e nel 1920 raduna ad Ankara le forze armate che hanno risposto al suo appello. Nel 1921-22 l'esercito turco guidato da Kemal combatte una durissima guerra contro le forze militari greche che hanno occupato parte della Turchia, fino a cacciarle del tutto dalla penisola. Sfruttando il successo militare Kemal proclama la decadenza del sultano nel 1923 annuncia la costituzione della Repubblica di Turchia. Tra il 1920 e 1922 altri trattati ridisegnano completamente la mappa politica del Medio Oriente ex ottomano, che si basa sulla formazione di Stati indipendenti sottoposti tuttavia al controllo della Francia o del Regno Unito. I nuovi Stati di Palestina, Transgiordania, Iraq, Kuwait, insieme con aree territoriali sulla costa sud-orientale della penisola arabica, sono affidati al controllo del Regno Unito, Siria e Libano sono sotto controllo francese. Un rapporto diplomatico, politico ed economico privilegiato lega il Regno Unito e i due nuovi regni indipendenti, l'Arabia Saudita e lo Yemen. In Palestina si formano nuovi insediamenti ebraici, sollecitati da ciò che è avvenuto nel 1917 quando il ministro degli esteri britannico, Arthur Balfour, ha inviato una lettera ufficiale a Lord Walter Rothschild, importante esponente della comunità ebraica britannica, con la quale lo ha informato che il governo britannico ha deciso di aiutare il movimento sionista a realizzare i suoi piani di insediamento degli ebrei in Palestina affinché vi sia costituita una "national home for the Jewish People" (una patria nazionale per il popolo ebraico), purché vengano rispettati i diritti civili e religiosi dei non ebrei che già vi vivono. Nella lettera Balfour ha anche chiesto a Rothschild di trasmettere la notizia ai dirigenti del movimento sionista. Il governo britannico ha compito questa mossa perché vuole poter contare sul sostegno morale, culturale ed economico delle comunità ebraiche britannica e statunitense e perché pensa di poter usare la comunità ebraica palestinese come un possibile appoggio nel governo del territorio palestinese.

Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità