blakman di blakman
VIP 9176 punti
Questo appunto contiene un allegato
Tanzio da Varallo - David con la testa di Golia scaricato 6 volte

Tanzio da Varallo - David con la testa di Golia

Il piemontese Antonio d’Enrico, detto Tanzio da Varallo, è conosciuto soprattutto per il realismo degli affreschi che realizzò nei Sacri Monti di Orta. Formatosi in Italia centrale e soprattutto a Roma, Tanzio rimase fortemente colpito dalla visione diretta del naturalismo delle opere di Caravaggio e, una volta, tornato in patria, riuscì a coniugare tali caratteri con la drammaticità e con la spiritualità tipica della pittura lombarda. Nel David con la testa di Golia (1616-17), il giovane eroe biblico è colto nell’istante in cui regge con veemenza la testa appena mozzata del gigante Golia. Il volto pallido incarnato e lo sguardo quasi assente del giovane protagonista creano un contrasto fortemente espressivo con la sicurezza del gesto con cui, la spada ancora sguainata, mostra il macabro trofeo. La scelta di collocare i personaggi in primissimo piano su uno sfondo cupo, la gamma cromatica resa squillante dall’incidenza della luce e l’attenzione ad alcuni dettagli dell’abbigliamento di David rivelano, in chiave lombarda, la rielaborazione dell’analogo soggetto dipinto da Caravaggio.

Hai bisogno di aiuto in Dal Rinascimento al Romanticismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove