Ominide 2993 punti

Tardo manierismo nel veneto

Andrea Palladio

Il maggior architetto veneto del 500 è Andrea Palladio, che realizzò la prima villa suburbana. Viaggiò molto in Italia e questo gli consentì di conoscere numerose città.
Ogni edificio che realizza ha una forma legata alla sua funzione e alla sua collocazione in un determinato luogo.
Questo è un elemento classico ma non è l’unico infatti adotta anche la misura ovvero il rapporto proporzionale tra le varie parti.

La rotonda

Si trova sulla parte culminante di una collina isolata perché la sua funzione non è solo abitativa ma è anche quella di accogliere spettacoli e riunioni. C’è una sala centrale rotonda, dotata di cupola e attorno alla quale ci sono altre sale quadrangolari. La pianta è quadrata e c'è un ingresso su ogni lato, anticipato da una scalinata che accompagna il promontorio. Palladio elabora il classicismo secondo il proprio stile.

Tintoretto

La liberazione dello schiavo

Rappresenta l’episodio in cui uno schiavo viene condannato dal padrone l’accecamento e alla frattura delle gambe per aver visitato le reliquie di san Marco, ma interviene San Marco (in prospettiva) e tutte gli strumenti per l’accecamento si rompono.
La scena è inserita all’interno di un pergolato.
Sia lo schiavo che il santo sono rappresentato di scorcio ma quello di San Marco è l’inverso di quello dello schiavo. Tutti i personaggi hanno un atteggiamento non statico ma serpentinato e la composizione ha un andamento ondeggiante come se la massa premesse verso destra. I colori sono caldi,ancora tizianeschi, ma la luce naturale proveniente da destra li rende cangianti.
Un’altra fonte di luce è l’aureola del santo.
Invece lo sfondo è luminoso e silente e si vede una architettura classicheggiante da cui si intravede il verde di un giardino.
In questo fondale si evidenza la ricerca dei contrasti tipica della maniera e che qui esprime il clamore della folla sconvolta.

Hai bisogno di aiuto in Dal Rinascimento al Romanticismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email