essed9 di essed9
Ominide 13 punti

Dittico di Urbino

Si tratta di un dittico ( unione di due tavole). attualmente si trova nella Galleria degli Uffizi a Firenze. L'opera fu commissionata a Piero della Francesca da Federico da Montefeltro che voleva avere sempre la possibilità di vedere la moglie, che più avanti, nel 1472, morirà di parto.
Inizialmente le due tavole dovevano essere unite con una cerniera in modo che si chiudessero, come un libro. Ma attualmente il dittico è montato su una cornice rinascimentale.
Il doppio ritratto viene eseguito come fosse un solo dipinto, perché il paesaggio presente nella tavola di Battista Sforza, continua in quella del marito.
I due personaggi sono riccamente abbigliati, in questi secoli l'abbigliamento è molto importante perché rappresenta lo stato sociale delle persone.
Federico indossa un cappello e un vestito rosso vellutato.
Battista indossa un abito nero (gli indumenti neri potevano permetterseli solo re, nobili, principi... perché il tessuto veniva colorato con una sostanza che corrodeva il tessuto e lo danneggiava, così il vestito si poteva usare solo per un cero periodo di tempo perché, col passare dei mesi questo si corrodeva) con maniche in broccato. Inoltre la donna indossa gioielli, diademi, una collana di perle (spesso si usavano le perle romane: fatte di alabastro e poi rivestite di madreperla), spille preziose e un pendente con rubino. L'attaccatura dei capelli di Battista è molto alta, quasi a metà del cranio. L'attaccatura molto alta era simbolo di perfezione e purezza, per questo le donne si depilavano la testa.
Il dittico presenta anche un recto (parte retrostante) in cui sono dipinti i due trionfi di entrambi: il carro del trionfo di Federico da Montefeltro è trainato da due cavalli bianchi mentre quello di Battista Sforza è trainato da due unicorni.
Sotto i due trionfi ci sono delle scritte in latino ma, nel trionfo di Federico lo scritto è al presente, mentre in quello di Battista i termini in latino sono scritti al passato. Questo particolare allude alla morte di Battista Sforza ma, se fosse morta prima della realizzazione dell'opera la datazione dovrebbe essere spostata a dopo il 1472. Ma, attualmente la datazione rimane il 1465.
Hai bisogno di aiuto in Dal Rinascimento al Romanticismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Calendario Scolastico 2017/2018: date, esami, vacanze