pser di pser
Ominide 5819 punti

OPERE FIORENTINE DI MICHELANGELO

Leone X, figlio di Lorenzo il Magnifico e grande amico ed estimatore di Michelangelo gli espone il suo proposito di risistemare tutte le opere incompiute ed incomplete della famiglia dei Medici a Firenze. Michelangelo viene quindi inviato dal nuovo pontefice nuovamente a Firenze, dove egli avrà l’incarico di completare quelle che in seguito furono definite le opere Laurenziane, dal nome della Basilica che l’artista dovrà inizialmente completare e poi ampliare chiamata di san Lorenzo. La Basilica di san Lorenzo sorge ancora oggi a Firenze vicino al palazzo della famiglia dei Medici, dove si trovava anche il famoso David di Donatello, ed era la chiesa di famiglia dei Medici.
Essa era stata realizzata nel corso del 1400 dal Brunelleschi che aveva anche progettato e realizzato una sacrestia, in seguito definita vecchia, dove vi era la tomba di famiglia, e Michelangelo aveva ricevuto l’incarico di sistemare la facciata di tale basilica; poi Leone X, poiché voleva dare sepoltura in tale chiesa anche al padre e a due cugini, Giuliano e Lorenzo, gli conferisce l’incarico di realizzare una nuova cappella, chiamata sacrestia nuova. Subito dopo tale opera, poiché Leone X aveva ereditato dal padre la passione per i codici miniati molto dettagliati e curati e i libri antichi, decise di raccogliere tutta la sua collezione in un nuovo edificio che sorse affianco alla Basilica e annesso al complesso di San Lorenzo, che verrà chiamato Biblioteca Laurenziana, in modo tale che i libri fossero messi a disposizione di tutti gli studiosi che volevano e che vogliono tuttora consultare

Hai bisogno di aiuto in Dal Rinascimento al Romanticismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email