Ominide 14 punti

Toulouse Lautrec


Artista che collochiamo nel post-impressionismo, non è di umili origini, è un conte, apparteneva a una delle più antiche case nobiliari di Francia. Malattia congenita gli causa fragilità ossea che non lo fa crescere regolarmente. Il padre amava i cavalli ma non può condividere la passione col figlio, inizia a disinteressarsi di lui, all'età di 4 anni i genitori si separano, vive con la madre fino alla sua morte a 37 di sifilide e alcol. Il padre lo avrebbe voluto generale dell’esercito. tutta la famiglia di Toulouse disegna e dipinge, visto come un hobby.
Nei primi anni 80 dell'800 presso l'atelier di Fernand Cormon a Montmartre conobbe Van Gogh e divennero grandi amici.
Assorbe e rigetta l'impressionismo. Non condivide il non uso del disegno, lui fa del disegno il suo marchio. Degas lo si può riconoscere come sua guida. Oltre a rifiutare la mancanza di disegno anche alcune delle tematiche, ad esempio non dipingerà mai paesaggi en plein air, anche perché i suoi soggetti preferiti si trovano in locali notturni parigini, si avvicina all'impressionismo , continuò a far uso delle ombre colorate prodotte dalle luci dei lampioni. I colori più usati sono i primari e il verde e arancione; segno graffiante del suo disegno apre le strade alle ricerche espressioniste, affinità tra il segno di Toulouse e Schiele, Toulouse viene visto come un'artista perverso, non ha mai rappresentato esplicitamente atti sessuali al contrario di Schiele, Toulouse rappresenta le donne sempre con la loro dignità, errato è anche definirlo snob. Differente l'approccio di Gauguin e Toulouse, Gauguin va a Thaiti per sentirsi superiore, Toulouse vive nei bordelli di Montmartre non per sentirsi superiore ma accettato.
Altro elemento determinante è l'arte giapponese, influenzato da Manet a Van Gogh. Evidente in alcune foto che ritraggono Toulouse travestito da geisha e musulmano, il padre aveva la mania di travestirsi (era pazzo, una volta si travestì e cavalco una mucca per le strade di Parigi, fermandosi e mungendola).
Moulin Rouge uno dei locali più frequentati, qui ambienta molte sue opere.

1887-1888, matite nera e azzurra, inchiostro bruno su carta scolorita. ''cerchio alla teste/ la bevitrice'', disegno preparatorio.
Tema analogo Assenzio di Degas. Nella maggioranza le sue opere si trovano ad Albì, luogo in cui nacque.


Al Moulin Rouge, 1892-93
Nel salone principale, tutte le persone rappresentate sono riconoscibili.

composizione giocata su diagonale ascendente rimarcata dalla balaustra, separa luogo dei tavoli da pista da ballo, si raccolgono alcuni amici di Toulouse: un fotografo, un critico e pittore, le due donne al tavolo sono 2 delle vedette più note al Moulin Rouge. In primo piano la Maccarona (ballerina spagnola), capelli rossi di spalle è Jane Avrile. In fondo specchio che non riflette nitidamente, ritorna l'impressionismo di Manet (Bar delle follies bergere) e Assenzio di Degas citata anche dal taglio che dà ai tavolini.La donna coi capelli rossi è Luisa Weber, quella con la cipolla alta è una ballerina famosa detta la golosa, breve carriera a causa del suo aumento di peso.
Toulouse è rappresentato nell'opera, affianco all'alto cugino.
Unica figura non chiaramente individuabile è la donna in primo piano, figura in movimento che invita l'osservatore all'interno del dipinto, volto antinaturalistico, ombre colorate,. Questa trasfigurazione precorre l'espressionismo, le deformazioni dei volti, trasformati in maschera.
Tecnica: molto veloce, olio steso sottilmente in modo trasparente. Molto disegnativa la pittura di Toulouse.


Toulouse definito pittore antropologo, ha documentato il modo di vivere della società del suo tempo (non tutta), molto lontana da lui.
Toulouse frequentava diversi personaggi di diverse classi sociali, le donne che rappresenta erano vere e proprie star.
Jane Avril per esempio la rappresenta nella sua tipica posizione. ''Jane Avril mentre balla'' 1852 .

Yvette Guilbert nota a Parigi come la dama dai guanti neri (di cui si innamora). Yvette Guilbert mentre canta Linger Longer Liu, il colore è un colore segno, linea flessuosa con cui sintetizza le forme, apre le strade agli artisti art nouveau. Il volto è una specie di maschera (espressionismo), ombre colorate di memoria impressionista.

Oltre al Moulin Rouge frequenta anche il Moulin de la Galette dove conobbe E. Weber (prostituta), riconoscibile per la cipolla alta, nota come la golosa, fu Toulouse a invitarla ad esibirsi al Moulin Rouge, dall'evoluzione della quadriglia fa nascere il Can can.


''La Goulue entra al Moulin Rouge'' 1892. Pennellata molto veloce, gamme cromatiche e ombre colorate memori dell'impressionismo, luce artificiale però, trasparenza.

1889-90 ' Addestramento delle nuove arrivate da parte di Valentine-le-Désossé', ballerino famoso riconoscibile per cappello a cilindro e naso aquilino, quasi sempre di profilo, sta addestrando la Golosa.
Toulouse non condivideva con gli impressionisti la non prospettiva, qui molto marcata, linea dell'orizzonte molto alta, pavimento scosceso (Degas). A destra e sinistra figure in primo piano che accentuano il gruppo dei due ballerini. Siamo al Moulin Rouge, specchiera grande e balaustra.
Secondo i critici se fosse vissuto nel 900 avrebbe fondato la Pop Art, replica più volte le sue icone.

'La clownessa'
rappresentata in momento di intimità mentre allaccia/slaccia il corsetto. l'opera ha una diagonale ascendente da sinistra a destra. Parte inferiore colori più accesi e caldi, gorgiera gialla contrasta col blu del vestito, verde complementare del rosso. Non è sola lo possiamo vedere dallo specchio. Donna opulenta. Come Degas che rappresenta le ballerine in intimità.

Tecnicamente simile a Yvette che canta Linger Longer Liu, ''Donna che si tira su le calze''.

''La toilette'' 1889 evidente richiamo a Degas. Olio che sembra un pastello, ombre colorate impressioniste ma linea di contorno.

Prima litografia di Toulouse, ''Moulin Rouge la Goloue'', rosso utilizzato per attirare l'attenzione, Mucha lo abolisce utilizzando la figura della donna.
Organizzazione prospettica a livelli.
Scritte particolari.
Quando vennero affissi i collezionisti di stampe le strapparono dai muri.

Jane Avril (gamba alzata tipica) pavimento scosceso.
Linearismo (art nouveau).
Colore omogeneo (stampe giapponesi).

Divan Japonais (locale con arredamento in stile giapponese)
J. Avril "vedette" ufficiale del locale. Donna coi guanti neri non ufficiale.
Più livelli
Taglio diagonale prospettico
Silhouette.

Chocoalt mentre danza ispira ' un americano a Parigi'

Peggiora la salute di Toulouse, 1895 diventa alcolista, non riesce più a lavorare.

Serie Elles.

Toulouse rappresenta amore omosessuale femminile, la critica lo sbanda.

Hai bisogno di aiuto in Arte moderna e contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email