Video appunto: Manet, Edouard - Argenteuil

Argenteuil



La tela è stata dipinta da Manet nel 1874 ed è esposta al Musée des Beaux-Arts di Tournai in Francia. Argenteuil è una piccola cittadina, bagnata dalla Senna, situata a pochi chilometri da Parigi. Nell’Ottocento era molto di moda organizzarvi delle scampagnate domenicali ed era anche il luogo preferito dei pittori impressionisti.
Nell’estate del 1874 anche Manet fu fra i frequentatori di Argenteuil: per lui fu l’occasione per conoscere le innovazioni degli altri artisti e soprattutto per entrare a contatto con la tecnica della pittura en plein air. Da questi contatti, nasce l’opera più impressionista di Manet: impressionista per le pennellate, impressionista nel la scelta dei colori, impressionista per l’atmosfera creata et per la presenza di alcuni dettagli come il mazzo di fiori che la donna tiene sulle gambe o le leggere nuvole bianche. La sua tecnica è nuova, pur non rinunciando alla forma, ai volumi e alla netta separazione fra primo piano e sfondo, elemento che, invece gli altri impressionisti hanno cercato di superare.

La tela rappresenta una coppia seduta sul pontile di ormeggio del molo di Argenteuil, sulle rive della Senna. Dall’abbigliamento si capisce che l’uomo è un canottiere e a posare come modello fu il cognato dell’artista. Nei confronti della donna egli ha un atteggiamento premuroso e di familiarità, mentre lei, una modella venuta apposta da Parigi per l’occasione, sembra essere un po’ irrigidita, tant’è vero che il suo sguardo è immobile e fisso davanti senza alcuna particolare espressione. La luce è quella del pomeriggio, molto chiara e crea numerosi riflessi e ombre.
Come al solito, anche questa tela suscitò molte critiche negative; a Manet fu rimproverato di aver esposto un’opera non finita e non piacque soprattutto lo sfondo perché privo di prospettiva e paragonabile ad un miro dipinto.