blakman di blakman
VIP 9176 punti

Paul Klee - Strada principale e strade secondarie


Nell'inverno del biennio 1928-1929, Klee compì un viaggio in Egitto. Sebbene il Paese lo affascinasse meno della Tunisia, oltre al paesaggio africano, egli restò molto colpito dalla scrittura geroglifica e dalla raffinata simbologia dell'antica cultura egizia. Al suo ritorno in Germania Klee elaborò le proprie impressioni sulle piramidi e sulla fertile distesa di terreni irrigati dal Nilo in una serie di dipinti fortemente astratti. In Strada principale e strade secondarie (dipinto nel 1929), strisce orizzontali di dimensioni diverse e di colori differenti si intersecano con lunghe linee oblique, disegnate con diversa inclinazione. Il titolo fornisce all'osservatore un'esplicita chiave di lettura del dipinto, ma sono soprattutto il complesso tracciato di segni e la convergenza delle linee rette verso un punto di fuga a suggerire la visione prospettica di un paesaggio.

Si tratta di un panorama visto dall'alto, caratterizzato dalla pezzatura dei numerosi campi, l'uno diverso dall'altro, bagnati dal Nilo. Lo spunto iniziale, il correre parallelo delle strade, è stato rivisitato dalla memoria dell'artista e trasfigurato in una rete discontinua di rettangoli diseguali e colorati. Nel dipinto Klee ha combinato colori pallidi, più chiari sulla via principale, alternando i gialli ai blu che diventano dominanti all'orizzonte nelle strisce continue della parte alta del quadro. La fitta trama del dipinto, il gioco raffinato dei colori, le infinite variazioni sul tema del rettangolo ricordano da vicino i tessuti orientali che, pur impiegando forme geometriche, le sottraggono al rigore formale in libere e arabescate composizioni.

Hai bisogno di aiuto in Arte moderna e contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email