Ominide 1131 punti

Tranquillo Cremona 1837-1878
Uno dei principali esponenti della Scapigliatura, esordì con soggetti storici. Il suo nuovo modo di concepire la pittura, che plasmava il colore su valenze luminescenti e simboliche, sovvertì completamente le regole accademiche. I contorni sfumati e gli effetti chiaroscurali dei suoi dipinti rendono il suo stile inconfondibile.

L'Edera, 1878, Olio su tela, Torino:
esprime una grande tensione sentimentale, che culmina nell'abbraccio di due amanti, nell'espressione dei loro volti e negli sguardi ardenti di desiderio. L'insistenza su questi temi ricchi di implicazioni emotive costituì l'aspetto dominante e il limite della sua opera.

Daniele Ranzoni 1843-1889
Amico di Tranquillo Cremona, studiò all'Accademia di Brera di Milano e all'Albertina di Torino, che lasciò per avvicinarsi alla Scapigliatura. Nei suoi magnifici paesaggi creò immagini di grande fascino, grazie ad una luminosità morbida e soffusa, ricca di suggestive vibrazioni cromatiche.

I figli dei principi Troubetzkoi, 1873-74, Olio su tela, Milano:
sottile penetrazione psicologica, l'artista rieccheggiò i modi della pittura veneta del 700; seppe trasfondervi i caratteri della sua sofferta malinconia, segnata da una dolce interiorità e priva di ostentazione romantica.

I capolavori di Ranzoni, ricchi di vibranti atmosfere, animati da luci diffuse e rarefatte, stilisticamente caratterizzati da tratti filamentosi e sfrangiati, si distaccano da quelli di Cremona perché rifuggono ogni gratuito virtuosismo e sentimentalismo lezioso. Le sue figure sono rese indefinite da un morbidissimo sfumato e dall'assenza di contorno lineare e appaiono dolcemente fuse con l'atmosfera dell'ambiente.

Hai bisogno di aiuto in Arte moderna e contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email