blakman di blakman
VIP 9176 punti

Georg Baselitz - Ritratto di Franz Dahlem


A partire dalla fine degli anni Sessanta, il tedesco Georg Kern, in arte Georg Baselitz, ha elaborato una pittura originale, erede diretta dell'Espressionismo di primo Novecento. Baselitz optò per una pittura figurativa fatta di tinte acide e di gesti violenti, scardinando però le regole della rappresentazione tradizionale. Protagoniste delle sue immagini sono, come nel caso del Ritratto di Franz Dahlem, figure capovolte, raffigurate a testa in giù come pipistrelli, appese alla superficie del quadro come corpi inermi che non rispettino le leggi della gravità. Scompaginando l'ordine consueto delle cose, Baselitz da un lato intende ragionare sul concetto e sulle convenzioni artistiche, dall'altro riflette il disorientamento vissuto in Germania nel secondo dopoguerra. I ritratti di Baselitz non mirano a stupire gratuitamente lo spettatore, ma a fargli ritrovare una visione corretta delle cose. A ben guardare, essi dono infatti realistici sino in fondo: per capirne il senso basta saperli leggere nel verso giusto.

Hai bisogno di aiuto in Arte moderna e contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove