blakman di blakman
VIP 9176 punti

Gli affreschi di San Vincenzo a Galliano (Como)

L’arcivescovo di Milano commissionò la Basilica di San Vincenzo a Galliano e la sua decorazione pittorica,che attesta la cultura e l’aggiornamento del gusto del committente ed è tra gli esempi più importanti dell’arte europea del Mille. Al momento della consacrazione della basilica risalgono gli affreschi absidali, mentre di poco successivi sono quelli della navata centrale, opera di maestranze minori. Nell’abside è rappresentata la Teofania (apparizione della divinità). Nei riquadri del registro inferiore dell’abside osserviamo la più antica rappresentazione del Martirio di san Vincenzo di Saragozza, il martire del IV secolo a cui è dedicata la chiesa e che secondo il racconto agiografico era stato flagellato e immerso nel piombo fuso, quindi gettato in mare con una pietra al collo. La stile è di altissimo livello per l’invenzione iconografica e l’espressività dei personaggi resa con tratti veloci e decisi. L’autore è un maestro lombardo che conosce l’arte ottoniana e la rinnova fondendo elementi classicheggianti ad altri più espressivi e vivaci e che fa parte di quella importante corrente innovativa che percorreva in quel momento l’Italia settentrionale.

Hai bisogno di aiuto in Medioevo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email