Erectus 4209 punti

La penisola italiana prima di Roma
1. Tra il VI e il III millennio a.C., da chi era abitata la penisola italiana? Quale era l’aspetto del territorio? Di che cosa vivevano i suoi abitanti?
Tra il VI e il III millennio, la penisola italiana era poco popolosa ed era abitata da piccole tribù. Il territorio era coperto in gran parte da paludi e da foreste. Le popolazioni praticavano l’ allevamento el’ agricoltura
2. Nel II millennio quale fatto fa progredire le popolazioni autoctone?
Le popolazioni sono progredite grazie all’arrivo di altre popolazioni
3. Quali sono i primi popoli indoeuropei che si stabiliscono nella penisola Italiana?
Essi sono: i Latini, gli Italici, i Sardi e i Liguri. Il Centro era occupato dagli Etruschi.
4. Di quali antiche civiltà, presenti in Italia prima di Roma, esistono ancora dei reperti archeologici?
Abbiamo reperti archeologici solo della civiltà dei nuraghi, della civiltà delle terramare e della civiltà villanoviana

5. Dove si sviluppò la civiltà dei nuraghi?
La civiltà dei nuraghi si sviluppò nell’attuale Sardegna
6. Che cos’erano i nuraghi?
I nuraghi erano delle costruzioni cilindriche in pietra dove vivevano i nobili del luogo. Se necessario, essi servivano come abitazione per gli agricoltori e i pastori.
7. Quale civiltà si sviluppò in Emilia-Romagna? Qual era la sua caratteristica?
In Emilia-Romagna si sviluppo la civiltà delle terramare. Le abitazioni erano costruite su piattaforme e circondate da argini di terra . In questo modo gli abitanti si potevano difendere dai nemici e dalle inondazioni
8. La civiltà villanoviana in quale parte dell’Italia si diffuse? Di quale altra civiltà, è all’origine la civiltà villanoviana?
Essa si sviluppò nelle vicinanze dell’attuale Bologna
9. Dall’VIII secolo a.C. in poi, la penisola italiana vede arrivare altre popolazioni. Quali?
A partire dall’ VIII secolo arrivano nella penisola italiana i coloni greci e quelli fenici
10. Quali elementi nuovi portarono i coloni greci alle popolazioni che già abitavano la penisola italiana?
Essi portarono la scrittura, insegnarono alle popolazioni ad organizzare la costruzione delle città, a costruire templi , a costruire edifici e le arti figurative
11. In quale parte della penisola italiana vivevano gli Etruschi?
Gli Etruschi occupavano il centro-Italia anche se si estesero anche verso nord.
12. Su che cosa si fondava la loro economia?
La loro economia si fondava sull’agricoltura e sui giacimenti di ferro. Erano anche navigatori e commercianti molto esperti. Qui si può dire che gli Etruschi erano una grande potenza economica
13. Com’erano organizzati gli Etruschi dal punto di vista politico?
Dal punto di visto politico gli Etruschi erano divisi n città-stato come avveniva nelle poleis greche. Inizialmente esse erano governate da una monarchia non ereditaria, non ereditaria. Il re era nominato a vita. Più tardi la monarchia fu sostituita da una repubblica di tipo aristocratico. Il potere era nelle mani del Senato che era formato dai nobili.
14. Elenca alcune città di origine etrusca.
Tarquinia, Populonia, Perugia, Arezzo
15. Chi era il lucomone?
Era il termine etrusco per indicare il “re”
16. Quali sono le cause della decadenza della civiltà etrusca?
Gli Etruschi si avviarono verso la decadenza perché non arrivarono mai a costituire uno stato unitario.
17. Da dove possiamo ricavare informazioni sulla civiltà etrusca?
Le informazioni che possiamo avere le troviamo nelle iscrizioni funerarie oppure tramite testi di scrittori greci o latini.
18. Conosciamo la lingua degli Etruschi?
No, della lingua etrusca conosciamo solo poche parole, solo quelle adoperate nelle iscrizioni funerarie.
19. Che cos’era l’auruspicina?
Era l’arte divinatoria praticata dagli Etruschi. Si trattava di capire la volontà degli Dei, interpretando il volo degli uccelli o le interiora degli animali, oppure interpretando i tuoi e i fulmini
20. Com’ era considerata la donna nella società etrusca?
Il ruolo della donna nella società etrusca era molto importante, più importante di quello che aveva nella società romana: partecipava ai banchetti insieme al marito e poteva avere un nome tutto suo
21. Che cos’è il Sarcofago degli Sposi?
E’ un sarcofago ritrovato in una tomba etrusca che ci fa capire il rispetto con cui la donna era trattata nella società etrusca. I due sposi sono straiati su di un triclino e partecipano ad un banchetto. L’uomo mette una mano sulla spalla della donna come se volesse proteggerla.
22. Secondo lo scrittore Erodoto, da dove provenivano gli Etruschi? E secondo altre teorie? (es. Tito Livio)
Secondo lo scrittore greco Erodoto, gli Etruschi avrebbero origini asiatiche. Invece, lo scrittore latino Tito Livio sostiene che gli Etruschi derivassero da popolazioni nordiche.

Hai bisogno di aiuto in Storia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove