Ominide 8039 punti

La nascita degli Etruschi

Dai Romani venivano chiamati Tusci, dai Greci Tirreni ma essi preferivano essere chiamati Rasenna. Alcuni scrittori antichi ritennero che questo popolo fosse giunto dall'Oriente, sotto la guida del principe Tirreno. Oggi tra gli studiosi prevale la tesi che la civiltà etrusca sia autoctona, cioè nata in Italia attraverso un processo di formazione che durò alcuni secoli.
All'inizio del I millennio a.C in un'area, che va dall'Emilia fino in Campania si sviluppò la cultura villanoviana che ha preso il nome di Villanova. I villaggi Villanoviani erano popolosi e prosperi, con delle differenze tra ricchi e poveri; questo lo vediamo dai corredi funebri ritrovati nelle necropoli.
Dall' VIII secolo a.C si verificò un forte aumento della popolazione con un notevole sviluppo dell'agricoltura, ceramica, metallurgia e commercio. Si affermarono ricche famiglie aristocratiche; I villaggi diventarono presto delle città. Oggi gli archeologi pensano che i Villanoviani furono i progenitori degli etruschi, poichè molte città etrusche sorsero su precedenti centri villanoviani.

Tra l' VIII e il VII secolo emerse la civiltà degli Etruschi. Nella Toscana e nel Lazio sorsero città come Tarquinia, Veio, Populonia mentre più tardi sorsero Chiusi, Arezzo, Cortona e Perugia. Queste città sorgevano sulle alture perchè le pianure erano paludose.Vennero fatte opere di bonifica nelle zone pianeggianti così da poter sviluppare l agricoltura, l'allevamento di bovini.

Hai bisogno di aiuto in Storia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email