Ominide 50 punti
Il culto della morte per gli egizi

L'anima dell'uomo, che gli egizi chiamavano KA, era immortale, ma poteva conservare la sua immortalità solo a condizione che il corpo dal quale era ospitata non si decomponesse. Perciò i morti venivano mummificati; la maggiorparte degli egizi, quelli cioè che non potevano sostenerne i costi eccessivamente alti, si faceva seppellire nel deserto, dove il vento e il caldo ne consentivano la conservazione.
Hai bisogno di aiuto in Storia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email