Ominide 16919 punti

Gli imperatori del II secolo dopo Cristo


Traiano: 98-117 d. Cr. Fu eccellente condottiero ed ottimo amministratore. Conquistò la Dacia e costruì il Foro, terme imponenti e il mercato. A ricordo della conquista della Dacia fu innalzata in Roma una splendida colonna. Adriano: 117-138 d. Cr. Amministrò saggiamente lo Stato. Costruì in Britannia il famoso “Vallum Hadriani”. Fece costruire in Roma il Tempio di Venere e una tomba grandiosa, destinata a raccogliere le sue ceneri: la Mole Adriana, oggi Castel Sant’Angelo, trascorse gli uomini a Tivoli nella Villa Adriana. Morì nel 138 d. Cr.
Antonino Pio: 138-161 d. Cr. Il suo governo fu considerato il più felice dell’età aurea dell’impero. Per il suo carattere mite fu soprannominato Pio. Adriano aveva designato come successore Antonio. questi governò con mitezza, con bontà e con giustizia e lasciò una grande libertà al Senato. per la sua umanità ebbe il soprannome di Pio. Cercò soprattutto di mantenere la pace e di migliorare le condizioni dei poveri e degli schiavi. Consolidò i confini e fece costruire in Britannia un’altra muraglia contro i barbari. morì nel 161 d. Cr. Marco Aurelio: 161-180 d. Cr. Dotto nelle lettere, fu amante delle arti e appassionato di filosofia. Guerreggiò con successo contro i Germani. Marco Aurelio era un seguace della filosofia stoica, che imponeva a tutti, dallo schiavo all’Imperatore, l’osservanza del dovere, l’indifferenza verso i beni del mondo, la sopportazione del male. Tuttavia non fu clemente verso i cristiani poiché che attentassero alla sicurezza dello Stato. Egli scrisse un’opera, i Ricordi, nella quale espose i principi in cui credeva. Guerreggiò in Oriente contro i Parti e in Occidente dovette lottare contro i Marcomanni e i Quasi, barbari che avevano attraversato le Alpi e assediato Aquileia. Dopo dure battaglie riuscì a respingere gli invasori. Queste guerre sono ricordate dai bassorilievi della colonna Antonina, che sorge ancora oggi in Roma. il suo regno fu funestato da una terribile pestilenza; egli stesso morì di peste nel campo di Vindobona (Vienna) nel 180 d. Cr.
Inserisci qui il titolo dell'appunto
Hai bisogno di aiuto in Storia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email