Origini degli Etruschi

Ci sono varie teorie sulla loro formazione come popolo, c'è chi dice che fossero un popolo non indoeuropeo, altri dicono che fossero nati dalla mescolanza di popoli diversi, altri ancora sostengono che fossero un popolo indoeuropeo proveniente dall'attuale Germania. Ma sempre sulla loro nascita come popolo c'è un'altra teoria che si fa risalire Erodoto, che nelle sue “Storie Persiane” afferma che gli Etruschi venivano dall'Oriente e precisamente dalla Lidia. (Tale teoria era supportata dalla stele di Lemmo del IV sec a.C., dove si può riscontrare affinità tra l'etrusco e il lemnio nella lingua dell'iscrizione, che per alcuni potrebbe trattarsi di un dialetto etrusco arcaico, che potrebbe documentare arrivi a Lemno di Etruschi, forse per commerci o probabilmente per attività di pirateria)
Riporta infatti che due generazioni prima della Guerra di Troia, praticamente nel XIII sec a.C. (età del Bronzo), sotto il dominio di Atis, re di Lidia ci fu una tremenda carestia che flagellò la Lidia per più di diciotto anni e al diciottesimo anno poiché la carestia non accennava a diminuire, Atis divise il suo popolo in due parti. La prima parte che venne sorteggiata, venne destinata al figlio Tirreno (infatti i Greci chiamano gli Etruschi “Tirrenoi”). Dunque Tirreno prese il suo popolo e a Smirne costruì una flotta, navigò per il Mediterraneo, finchè dice Erodoto giunse nelle terre degli Umbri, ove costruirono delle città. Per cui Erodoto afferma che gli Etruschi vengono dall'Oriente. Nell'antichità se non si conoscevano le origini di un popolo, si spiegavano con un'origine mitica. Poi invece in età Augustea, uno storico greco, Dionigi di Alicarnasso disse che gli Etruschi (che lui chiama Rasna) sono autoctoni.

Nel secolo scorso la scuola Tedesca, invece disse provenivano dal Nord – Europa. Nessuna delle teorie fin'ora affrontate è sufficientemente valida. Una cosa che sappiamo sicuramente è che gli Etruschi si sono formati in Italia, e ciò è testimoniato dai moltissimi resti che ci sono pervenuti. Quando si parla di Etruschi, bisogna parlare del modo in cui si sono formati e di come si è sviluppata la loro cultura. Anche perché la testimonianze archeologiche, che noi abbiamo, non vanno aldilà del periodo Villanoviano e che dall'età del Bronzo confluiscono nell'incontro di fattori culturali linguistici e etnici che nel I secolo a.C. viene considerata da Dionigi la nazione etrusca.

Hai bisogno di aiuto in Storia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email