pexolo di pexolo
Ominide 10532 punti

Codice teodosiano


I preti pagani, d’altra parte, costituivano una molitudine tanto variegata quanto varia era la natura dei templi e dei luoghi di culto che nel corso dei secoli (anche a tralasciare le aree agresti) erano stati elevati nelle città: privati e pubblici, fondati da privati e donati alla propria città, innalzati e conservati grazie alle risorse imperiali. Il Codice Teodosiano non conserva alcuna costituzione costantiniana che abrogasse gli antichi privilegi sacerdotali, e nel caso dei collegi sacerdotali di Roma, alcuni interventi limitativi giunsero molto più tardi verso la fine del IV secolo. Nelle provinciae, poi, i sacerdoti di culti accolti dall’Impero continuarono ad avere un trattamento speciale, essendo dispensati dalla tutela e da quei munera che li allontanassero dalla città ove svolgevano i loro rituali. Costantino, dunque, mantenne loro i privilegi acquisiti nel corso dei secoli. In tal senso, non è facile interpretare l’informazione di Malala, secondo cui Costantino rese achremàtistoi i templi pagani dell’antica acropoli della nuova città. Lì si alzavano il tempio di Apollo/Sole, quello di Artemide Selene e di Afrodite, nei quali (secondo Libanio) sarebbe regnata la povertà, come in generale in tutti gli altri dell’Impero, a partire da Costantino. Si è già detto come sia difficile spiegare in che modo «tutto il resto», secondo lo stesso retore antiocheno, avrebbe potuto «svolgersi normalmente», se l’imperatore li avesse privati delle fonti di reddito necessarie per il mantenimento dei culti e dei sacerdoti. Malala, tuttavia, usa achremàtistoi (da chrematìzomai) che letteralmente indica ‘il non poter fare affari per arricchirsi’. Si potrebbe pensare che Costantino, all’interno dell’operazione fiscale legata alla riforma monetaria, avesse limitato il diritto di quei templi di ricevere lasciti e donazioni, come in seguito Graziano dispose ai danni del tempio di Vesta.
Hai bisogno di aiuto in Storia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove