Sapiens Sapiens 12228 punti

Le civiltà del Mar Egeo

Nel III millennio a.C. a Creta, un’isola nel Mar Egeo, si sviluppò la civiltà cretese o minoica (dal nome del re Minosse, legato al mito del Minotauro), la cui ricchezza dipendeva dall’agricoltura e dal commercio marittimo. Fra il 2000 e il 1600 a.C. Creta divenne la potenza, egemone – economica e politica ma non territoriale – nell’area egea e del Mediterraneo orientale. La più importante delle città cretesi era Cnosso, dove sorse un grande palazzo. La civiltà cretese era anche detta civiltà palaziale a causa dei suoi numerosi e bellissimi palazzi; i palazzi però non erano fortificati, segno di una civiltà pacifica e raffinata. La religione cretese venerava divinità come il toro e la figura femminile della dea madre. Intorno al 1600 a.C. una gigantesca eruzione vulcanica investì l’area egea e mise in crisi Creta che, verso il 1450 a.C., cadde sotto l’influenza di un altro popolo, i I micenei, o achei, giunsero in Grecia verso il 1900 a.C. e costruirono dei piccoli regni nel Peloponneso (la regione peninsulare della Grecia) centrati su rocche fortificate: Micene (la più potente), Argo, Pilo e Tirìnto. Dai contatti con Creta i micenei appresero a navigare, a commerciare e a coltivare la vite e l’ulivo. Dal 1500 a.C. i micenei cominciare l’espansione: arrivarono a controllare le isole egee (Creta e Rodi) e le coste dell’Asia Minore. In questa regione si trovava Troia (che si trova nell’odierna Turchia, sullo stretto dei Dardanelli), con cui i micenei entrarono in conflitto.

La loro economia si basava sull’agricoltura, allevamento degli ovini, produzione artigianale e commercio. La società aveva al vertice un re, aiutato da un comandante militare e dall’aristocrazia guerriera; vi erano poi funzionari, artigiani, commercianti, contadini e servi. La civiltà micenea decadde nel XII secolo a.C. a causa dell’arrivo in Grecia dei dori.

Hai bisogno di aiuto in Storia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Calendario Scolastico 2017/2018: date, esami, vacanze