Ominide 16918 punti

Nello stesso tempo: in Africa


Gli Arabi avevano costituito un vasto impero, che comprendeva tutta l’Africa settentrionale. Anche oggi gli Stati che si affacciano sul mar Mediterraneo, e cioè Marocco, Algeria, Tunisia ed Egitto, sono di cultura araba e di religione musulmana. Per consolidare il loro fiorente commercio marittimo gli Arabi costruirono sulle coste orientali dell’Africa scali fortificati, da cui derivano molte città di oggi, come Mogadiscio, Massaua, Zanzibar. I grandi regni africani: La moderna Etiopia (Africa orientale) ha origini antichissime. Al tempo della costituzione dei regni romano-barbarici in Europa, vi era già un ricco e fiorente regno che contrastò l’espansione del mondo islamico e della religione musulmana. Gli Etiopi erano e sono anche oggi cristiani, ma hanno un proprio modo di celebrare le funzioni religiose, detto “rito copto”. Nell’africa centrale, a sud del deserto del Sahara, prosperavano antichi regni come quelli del Mali e del Benin. Dai geografi arabi del tempo sono state descritte le loro città, le leggi-fortini, la magnificenza delle corti e l’abilità dei loro artigiani-artisti: con il bronzo, il legno e l’avorio, questi realizzavano vere opere d’arte, che oggi si possono ammirare nei musei di tutto il mondo. Le migrazioni dei Bantu: A partire dal IV secolo i pastori nomadi delle varie tribù del popolo Bantu migrarono in varie ondate dalle terre immediatamente a sud del Sahara, che si andavano progressivamente inaridendo, verso le più fertili regioni meridionali, sospingendo a loro volta verso sud i Boscimani. Oggetti d’arte africana in legno e metallo.
Hai bisogno di aiuto in Storia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email