Habilis 4634 punti

Max Weber rifiuta sia la pretesa positivistica di definire leggi generali e oggettive della società, sia quella marxista che propone una unilaterale spiegazione del fatto storico a partire alla struttura economica. Afferma l’avalutatività delle scienze storico-sociali, ma anche la relazione ai valori, che individua il campo prescelto dal ricercatore per la sua indagine e, applicata alla realtà empirica, la rende significativa. Questa è per lui la definizione di cultura.
Oggetto delle scienze dello spirito è l’individuale. Weber lega la storia alla sociologia.
‘erma, inoltre, la necessità di determinare sempre un tipo ideale (o ideal-tipo), con cui coglie- in un’epoca ciò che è ad essa tipico, essenziale. Quasi sempre, per un singolo fatto storico, possibile fare riferimento a una molteplicità di cause, ma non tutte hanno lo stesso peso. La spiegazione causale implica che entro quella molteplicità venga fatta una scelta, si selezionino alcuni rapporti che legano tra loro i fenomeni e che ad essi venga attribuito un’importanza maggiore di altri. Tale tipo di connessioni deve essere scientificamente controllabile e verificabile.

Weber descrive la razionalizzazione della società avanzata, i processi di standardizzazione in essa dominanti, insieme a quelli di burocratizzazione. Il mondo moderno, il mondo capitalistico, diviene, gradualmente, mondo del disincanto: contano non tanto ideali, valori, o passioni e dizioni, quanto l’efficienza dei mezzi adottati rispetto agli scopi prefissi.
Etica della responsabilità è quella di chi, prima di agire, valuta le conseguenze della propria ione. Anche nel mondo moderno, anche nella “gabbia d’acciaio” della ragione strumentale e del potere burocratico, le responsabilità del singolo vengono confermate.
Etica dell’intenzione è quella di chi opera unicamente sulla base di scopi aderenti alle proprie convinzioni: è quella che si afferma nell’evangelico Discorso della montagna.

Hai bisogno di aiuto in Sociologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email