Ominide 651 punti

Con l'aumento del lavoro, è aumentato, contemporaneamente, il bisogno di efficienza. A questo si deve aggiungere che: aumentando il grado di specializzazione deve essere migliorato anche il grado di coordinamento. Partiamo, prima di tutto, con l'organizzazione scientifica del lavoro, teorizzata da Frederick Taylor, durante la Rivoluzione industriale. La specializzazione si suddivide in specializzazione verticale e specializzazione orizzontale. La prima consiste nella netta divisione tra la progettazione del lavoro e la sua esecuzione. La seconda, invece: ad ogni operatore viene assegnata una sola mansione, su cui si specializza. La specializzazione verticale prevede la creazione dei livello gerarchici della struttura organizzativa e la definizione di ruoli con diverso grado di potere e di responsabilità. La specializzazione orizzontale prevede la creazione di nuclei specialistici, che sviluppano proprie tecniche. Quali sono i vantaggi della specializzazione? Ripetitività dei contesti operativi e decisionali, elevati livelli di competenza ed efficienza. Gli svantaggi?? Rischio di perdita della visibilità dei processi aziendali, e rischio di mutare l'operaio in un essere alienato, quasi robotico. Per quanto riguarda i meccanismi di coordinamento, bisogna dire che coordinare vuol dire gestire attività interdipendenti. I meccanismi di coordinamento sono cinque: adattamento reciproco degli operatori, supervisione diretta del capo, standardizzazione dei processi, dei risultati, delle competenze. I primi due meccanismi si basano su una tecnica a posteriori, gli altri tre su una tecnica a priori.

Hai bisogno di aiuto in Sociologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email