Ominide 16924 punti

Comunità

Il concetto di comunità è fortemente ambiguo; di esso si possono dare infatti numerosissime definizioni,
tanto che vien da chiedersi quale utilità il termine possegga da un punto di vista scientifico. Secondo
il sociologo tedesco Ferdinand Tönnies (1855-1936) la comunità(Gemeinschaft) è un organismo naturale,
i cui membri sentono spontaneamente un forte e immediato legame sentimentale, hanno una
volontà comune, si riconoscono in valori e credenze di tipo religioso, regolano le loro azioni sui
costumi tradizionali, hanno una proprietà comune. Si differenzia dalla società ( Gesellschaft) dove la
volontà è individuale, ognuno valuta e agisce secondo il suo interesse egoistico, lo stare insieme ha
un'origine contrattuale, quindi poggia su di un calcolo razionale, la competizione prevale
sull'armonia collettiva, la regolamentazione dell'insieme è impersonale e istituzionalizzata, l'intesa
tra i membri riguarda le regole dello scambio (del mercato), la proprietà è privata. Il modello cui si
ispira esplicitamente l'idea di comunità è la famiglia; un esempio storico è il villaggio rurale. La nozione di
comunità si trova anche alla base dell'idea di nazione. La società corrisponde invece alla città industriale,
alla fabbrica capitalistica, al mercato concorrenziale. La dicotomia comunità/società è anche posta nei
termini della differenza tra Kultur (cultura) e Zivilisation (civiltà), la prima, espressione della
genuinità, della profondità, dell'autenticità degli impulsi, la seconda, esito di un processo solo
esteriore e convenzionale, forse raffinato ma prossimo alla decadenza.


Se la nozione di comunità ha avuto tanta fortuna è anche per una sorta di nostalgia, o bisogno di relazioni
umane, che la società contemporanea avverte. La disgregazione delle reti di relazione (famiglia,
parentela, vicinato, paese) e la massificazione hanno portato all'isolamento di tutti e
all'emarginazione dei più deboli. Ricostruire una comunità significa allora reinserire le individualità disperse
in un contesto unificato da poli sociali di riferimento, restaurare le relazioni, risvegliare i sensi sopiti
di solidarietà; compiti che negli ultimi decenni si sono assunte molte amministrazioni locali a livello
di quartiere e con l'aiuto di assistenti sociali. Su questa linea si è esaltato il Comune come forma
tipica di comunità , capace di rinsaldare legami da lungo tempo allentati.
Esiste anche un problema per certi versi opposto, quello di favorire l'integrazione entro comunità più vaste
di sottocomunità (gruppi etnici o immigrati caratterizzati da subculture specifiche).

Hai bisogno di aiuto in Sociologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email