Ragazza presa di mira dai bulli, i compagni le fanno da scorta

Redazione
Di Redazione

E’ in una scuola superiore della Bassa Veronese che si svolge la storia di una ragazza affetta da disabilità, costretta a subire gravi atti di bullismo. La sedicenne, che a causa di una paralisi celebrale, è costretta a vivere la sua vita su una sedia a rotelle: ma questo non ha fermato tre coetanee, che l'hanno presa di mira a scuola. Dopo aver raccontato tutto ai genitori, sono scattati i provvedimenti nei confronti delle bulle, e alcuni suoi compagni si sono offerti di "scortarla" perché non fosse più infastidita.

Le "guardie del corpo" contro il bullismo

Dai racconti della ragazza, le bulle la insultavano con frasi forti, arrivando anche ad aggredirla fisicamente. Fortunatamente, la vittima ha avuto la forza e il coraggio di raccontare tutto l’accaduto ai suoi genitori, e due suoi compagni si sono offerti di farle da “guardie del corpo”, evitando che venisse denigrata all'ingresso e all'uscita da scuola e verificando che nel momento in entrasse in bagno non ci fossero le bulle ad attenderla.
Sulla vicenda e riguardo ai provvedimenti del dirigente scolastico è la zia della sedicenne a parlare: "Subito il preside le ha detto di voler organizzare un faccia a faccia tra lei e queste tre bulle. Poi - continua la donna - nei giorni scorsi ha convocato mia nipote, si sono parlati e le ha assicurato che a breve farà un discorso a tutti gli studenti. Speriamo che le sue parole riescano a mettere fine a questa tremenda situazione".

Ludovica Moscarini
Skuola | TV
Buona estate ragazzi!

La Skuola Tv ritornerà ad ottobre! Buona estate ragazzi!

3 ottobre 2018 ore 16:30

Segui la diretta